Sport Via Don Giovanni Pozzi, 6

Calcio, un Lecco mai domo sbanca Inveruno

Grande prestazione dei blucelesti, che impongono il proprio gioco contro l'ex vicecapolista, vanno in vantaggio, vengono rimontati e poi vincono la partita in inferiorità numerica (espulso Bugno). Castagna sbaglia un rigore

Esultanza a fine partita

E' proprio il caso di dirlo, dopo la partita di questo pomeriggio: il Lecco ha carattere, bisognava solo metterlo nelle condizioni di esprimersi al meglio. La salvezza, le vicissitudini societarie e la vicinanza dei tifosi hanno pungolato nell'orgoglio la squadra, che ad Inveruno ha messo in campo bel gioco e tanto cuore.
Non era facile contro la squadra capace di espugnare per ben due volte il "Rigamonti-Ceppi", tantomeno in una situazione simile, non era facile dopo esser stati rimontati ed aver sbagliato un rigore con Castagna e tantomeno lo era dopo l'espulsione di Bugno. Eppure gli undici in campo si sono esaltati nelle difficoltà ed hanno ottenuto una bella soddisfazione in questo controverso campionato.

IL MATCH - Cotroneo mette in campo una formazione offensiva, con Romeo sulla trequarti in veste d'incursore-distruttore del gioco altrui, e la tanto attesa accoppiata Castagna-Capogna per cercare di sfondare la difesa di casa. Si capisce subito quale sarà il canovaccio tattico della partita: Lecco a gestire il pallone, Inveruno pronto a lanciare in verticale per la velocità di Sarr?, Broggini e l'ex Mazzini.
I primi minuti sono scanditi dalla contestazione dei tifosi nei confronti della società, come dimostra anche lo striscione nella foto di copertina.
Le prime occasioni sono dei padroni di casa: Marioli al 7' calcia da fuori ma Frattini mette in angolo, mentre 13' è Broggini a provarci da buona posizione, centrando però la gamba di Bergamini
A questo punto i blucelesti iniziano ad essere più decisi in fase offensiva, ed al 28' Martinelli è bravissimo nell'eludere l'uscita di La Gorga e ad insaccare un meraviglioso pallone di Capogna. Al 34' Gritti ci prova da fuori, ma il portiere respinge senza troppi problemi.
Il Lecco c'è, gestisce bene il pallone, ma ancora una volta si fa male da solo: Bergamini al 41' liscia il pallone, ma Frattini? è attento e sventa in uscita, mentre al 44' lo stesso difensore bluceleste prima buca l'intervento, poi si respinge sul braccio un cross dalla sinistra.
Per l'arbitro è rigore, Broggini va sul dischetto e spiazza Frattini?. 

Nella seconda frazione va subito vicino al gol Gritti, che calcia molto bene al volo da fuori area ma trova una grande parata di La Gorga, che si distende molto bene sulla sua destra e devia il pallone. Al 14' Tignonsini accusa uno strappo che lo costringe a lasciare il campo: dentro Galli e Gritti che scala in difesa a far coppia con Bergamini. L'occasione buona per tornare in vantaggio arriva al 20', quando Romeo viene steso in area a palla lontana e si guadagna il rigore: Castagna si fa però ipnotizzare dal portiere, calciando troppo debolmente alla sua sinistra. 
Come nel più classico detto del calcio, è Broggini con un eurogol a punire i blucelesti: il 10 di casa converge al centro dalla sinistra e calcia sotto al sette a giro, rendendo vano il tuffo di Frattini.
Il vantaggio dei gialloblù dura però solo due minuti, perchè Capogna controlla bene il pallone spalle alla porta e lo scarica al neoentrato Cardinio?, freddissimo nell'incrociare la conclusione ed a consegnare il pareggio ai suoi.
Al 33' l'episodio che potrebbe cambiare la partita: Sarr? viene lanciato in velocità sulla destra, Bugno lo spinge, l'arbitro fischia il fallo ed estrae il secondo giallo per il terzino di Magenta, che lascia così il Lecco in inferiorità numerica.
Cotroneo inserisce Guobadia per Romeo, affidandosi in fase offensiva alle ripartenze di Cardinio? e Capogna. Arriva così il vantaggio definitivo per i blucelesti: Cardinio salta secco il suo avversario sulla sinistra e mette in mezzo per l'accorrente Martinelli, che insacca a porta sguarnita. E' il gol che manda in estasi giocatori e tifosi, finalmente uniti dopo una stagione fatta di mille difficoltà.

Inveruno (4-3-3): La Gorga, Compaore, Marioli, Grassi, Giacomoni, Appella (Eugenio dal 30' st), Petillo, Demasi, Sarr, Broggini (Zamble dal 35' st), Mazzini. A disposizione: Samaritani, Gandolfo, Bonomelli, Greco, Spadaccino, Zamble, Eugenio, Repossi, Roncari. Allenatore: Gatti.

Calcio Lecco (4-3-1-2): Frattini 5,5; Redaelli 6, Bergamini 4,5, Tignonsini 6 (Galli 6 dal 14' st), Bugno 6; Gritti 6, Martinelli 7,5, Mauri 6,5; Romeo 6 (Guobadia 6 dal 35' st); Capogna 6,5, Castagna 6 (Cardinio 7 dal 22' st). A disposizione: De Toni, Radaelli, Guobadia, Galli, Romano, Quaranta, Rigamonti, Cardinio, Rota. Allenatore: Cotroneo.

Arbitro: Colinucci di Cesena (Lena e Selva di Portogruaro).

Note: calci d'angolo 3 a 1; ammoniti: De Masi, Grassi (I), Bergamini (L); espulso: Bugno (L) al 33' st per doppia ammonizione.

Marcatori: Martinelli (L) al 28' pt, Broggini (I) al 45' pt su rigore; Broggini (I) al 26' st, Cardinio (L) al 28' st, Martinelli (L) al 48' st.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, un Lecco mai domo sbanca Inveruno

LeccoToday è in caricamento