menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'espulsione comminata a Meyergue

L'espulsione comminata a Meyergue

Calcio, sprofondo "rosso" Lecco: l'Olginatese pareggia, i blucelesti chiudono in 9

Ancora un rigore e due espulsioni contro gli uomini di De Paola, che si fanno rimontare dai propri vicini di casa e si vedono negare un rigore a tempo scaduto. Aggancio Seregno, il Piacenza è irraggiungibile: +15

E' innegabile che (anche) la sorte sia avversa al Lecco 2015/2016, ma in quanto ad occasioni sprecate i blucelesti sono, per distacco, la squadra numero uno del girone. E se ancora non hanno sbracato, lo devono alla qualità superiore e al carattere dei giocatori, doti che rimangono ben evidenti ma che escono spesso e volentieri quando la frittata è fatta. Anche nello scontro tra vicini di casa con l'Olginatese, ben fornita di ex tra campo e panchina, è andato in scena un copione visto e rivisto al "Rigamonti-Ceppi": una prima frazione ben giocata nonostante un campo infame, chiusa meritatamente in vantaggio e apparentemente senza possibilità di replica. Nella ripresa, il caos: due espulsioni dettate dalla disattenzione, il pareggio subìto, il finale all'arrembaggio tra mille difficoltà e la presunzione di un arbitro ancora una volta da matita rossa. E' impossibile smettere di ripeterlo: il Piacenza si è costruito il maestoso vantaggio di 15 punti in 23 giornate grazie al cinismo e alla totale assenza di cali di tensione, che hanno fatto risaltare oltremodo le importanti qualità individuali. Se a gennaio il campionato è sempre più chiuso le colpe sono di tutti, nessuno escluso, nonostante l'ingombrante presenza di un avversario dimostratosi fuori categoria per tutti. Di positivo, oltre al fatto di aver mantenuto l'imbattibilità interna, c'è il fatto di aver ritrovato il fuoriclasse França in mezzo all'attacco, nuovamente in vetta alla classifica marcatori con 15 centri. Per il resto, spenti e probabilmente giù di tono gli uomini cardine degli altri reparti al cospetto di una formazione tosta e frizzante nonostante la veneranda età dei vari ArioliRebecchi e Aquaro. Al Lecco, invece, non rimangono più unghie da mangiarsi.

LA CRONACA - De Paola manda in tribuna Ronchi, in panchina Vignali e il neotesserato Bodini e in campo Corteggiano insieme al bomber Carlos França nel confermato 4-3-3 di partenza. Olginatese schierata invece con il 4-2-3-1 dall'ex gloria bluceleste Fabio Corti.
La partenza è abbastanza lenta per entrambe le formazioni, che fanno fatica a trovare le misure dei passaggi su un terreno gibboso e duro, così ad accendere la luce è la bellissima volèe dell'ex Rebecchi smanacciata in angolo da Lazzarini al 10'. La replica bluceleste è affidata a Cardinio, la cui bomba sfiora la traversa di Celeleste due minuti dopo. La prestazione del Lecco comunque lievita e porta al gran gol di França, che al 23' sovrasta nettamente Mara con un imperioso stacco di testa e mette il pallone in fondo al sacco. L'Olginatese reagisce immediatamente, così Rebecchi, che sulla sinistra fa ciò che vuole per tutta la gara, trova solo il muro Lazzarini a sbarrargli la strada al 24'. La prima frazione va in archivio con la conclusione sporca di Di Gioia al termine di una bella percussione centrale.

La ripresa vede gli ingressi in campo di Aquaro e Maresi per Conti e Rada: i bianconeri, in campo con quattro punte, tremano per un'occcasione sprecata da Corteggiano, poi cambiano marcia e mettono in difficoltà il Lecco: al 17' Maresi gira di testa un cross dalla sinistra, Lazzarini fa il miracolo ma vicino a lui Turati cintura Mazzini. Rigore e rosso: dal dischetto va Rebecchi che beffa l'estremo difensore con un cucchiaio irridente. L'Olginatese, caricata a mille dal pari, sfonda come vuole sulle fasce, così sono ancora Rebecchi e Aquaro a mancare il vantaggio per un soffio, De Paola inserisce Bodini per il faro França (!) ma un minuto dopo anche Meyergue compie un'(altra) ingenuità e si fa cacciare dal campo: netta l'ammonizione per aver steso l'iradiddio Rebecchi lanciata in contropiede. Ci si aspettano gli ospiti lanciati in area, invece il Lecco trova energie insperate e ha anche il tempo per recriminare con l'arbitro: prima espelle Rigamonti dalla panchina, poi Bodini semina il panico sul centrodestra, entra negli ultimi 18 metri e viene steso da Malvestiti e Mara; il rigore, manco a dirlo, rimane nel fischietto del sig. Degli Espositi.

Calcio Lecco (4-3-3): Lazzarini 6,5; Meyergue 5, Turati 5, Pergreffi 6,5, Bugno 5,5 (dal 22' s.t. Redaelli 6); Di Gioia 6, Baldo 5,5 (dal 15' s.t. Vignali 6,5), Corteggiano 6,5; Romano 6,5, França 6,5 (dal 33' s.t. Bodini 6), Cardinio 5,5. A disposizione: Tognazzi, Barzaghi, Vignali, Fratus, Rigamonti, Garofoli, Joelson. All. Luciano De Paola 5.

Olginatese (4-2-3-1): Celeste 6; Corti 6,5, Narducci 6, Mara 5,5, Malvestiti 6; Arioli 6,5, Conti 5,5 (dal 1' s.t. Aquaro 6,5); Rada 5 (dal 1' s.t. Maresi 6,5), Rebecchi 7,5, Rossi 6,5; Mazzini 6,5. A disposizione: Esposito, Sangiorgio, Minelli, Manta, Invernizzi, Nasatti, Ferrari. In panchina: Fabio Corti 6,5.

Arbitro: Simone Degli Espositi di Bologna 5 (Luigi Runza di Siracusa e Martina Bovini di Ragusa).

Marcatori: França (L) al 23' p.t.; Rebecchi (O) al 18' s.t. su rigore

Note: giornata soleggiata; terreno in pessime condizioni; spettatori: 800 circa; angoli: 2-3; ammoniti: Di Gioia, Meyergue, Cardinio (L) e Narducci, Corti, Mara (O); espulsi Turati (L) al 17' s.t. per fallo da ultimo uomo; Meyergue (L) al 40' s.t. per doppia ammonizione; Rigamonti (L) al 46' s.t. dalla panchina per proteste. recuperi: 2' nel 1° t. e 3' nel 2° t;

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento