rotate-mobile
La storia / Brianza

Dalla Brianza all'Everton: sulle tracce di Halid Djankpata

Il centrocampista di origini africane è cresciuto calcisticamente a Usmate Velate, dove ha mosso i primi passi con il pallone tra i piedi

Dal cuore della Brianza fino a Liverpool, sponda Everton. In Inghilterra si sta mettendo in mostra Halid Djankpata, talento 18enne che gioca a centrocampo e i primi passi su questa strada li ha mossi a Usmate Velate, comune monzese ai margini della provincia di Lecco. Figlio di genitori del Benin, l'italiano nato in Togo in Italia ci è arrivato a 9 mesi, poi ha fatto prima tappa a Manchester, e quindi è finito ai Toffees. Tutto è partito dal Lecchese, dove risiedeva con la famiglia, come raccontato dal calciatore a Cronache di Spogliatoio: dopo aver rifiutato Juventus, Atalanta e Brescia per problemi di natura logistica, Djankpata - classe 2005 - è volato in Inghilterra insieme al resto della famiglia per seguirli in una nuova avventura lavorativa; al Droylsden Fc ha cambiato ruolo e si è fatto notare dai grandi club d'Oltremanica, fino all'approdo tra i "pro".

Ora lo segue la Nazionale, che da qualche tempo a questa parte ha messo nel mirino i giovani convocabili che abitano fuori dai confini nazionali, adeguandosi al modus operandi portato avanti anche da Marocco e Argentina, giusto per dire due selezioni che hanno fatto decisamente bene durante l'ultimo Mondiale di calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Brianza all'Everton: sulle tracce di Halid Djankpata

LeccoToday è in caricamento