menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la sosta la CarpeDiem Calolzio torna in campo per incontrare la capolista Opera

Dopo il forzato turno di riposo la Carpe Diem Calolziocorte torna in campo opposta, in trasferta, alla capolista Opera.

La compagine del Presidente Brini Carpe Diem Calolzio è apparsa, negli ultimi incontri, decisamente in risalita e tutti, a partire dal Coach Michele Pasqua, auspicano che le prestazioni della squadra non risentano troppo della sosta.

Comunque questo stop è servito a recuperare completamente gli acciaccati Corbetta, Cesana e Milan e domenica alle 18,30 a Basiglio, campo di casa della compagine dell'hinterland sud-milanese, la Carpe Diem dovrebbe essere al gran completo. Se dopo le prime giornate gli exploit di Opera potevano definirsi una sorpresa, adesso, ad un terzo circa del campionato, questa squadra ha dimostrato a suon di risultati di meritare ampiamente la posizione di testa della classifica.

Accanto ai leader Saccà e Fusella coach Angeretti ha costruito una squadra equilibrata in tutti i settori e, come ben si sa, con i risultati anche la chimica di squadra  e l'autostima migliorano esponenzialmente; Insomma un incontro sicuramente molto difficile per Calolziocorte da affrontare con la massima intensità partendo, come predica coach Pasqua da inizio anno, da una difesa solida ed efficace.

Parlando di bilanci, arrivati appunto ad un terzo circa di campionato, quello della Carpediem non è malvagio, ma neanche entusiasmante. Mancano all'appello almeno 4 punti e sono quelli della immeritata sconfitta contro Milano3 dove, bisogna sottolinearlo, i calolziesi hanno “subito” l'unico vero arbitraggio infausto di questa prima parte della stagione, e quelli di Iseo, dove, con la squadra al completo, sicuramente non ci sarebbe stato quel crollo soprattutto fisico degli ultimi 3 minuti che ha portato alla sconfitta in una partita largamente condotta per 35 minuti.

Parlando poi dei giocatori , accanto al nocciolo duro della compagine lecchese, lo staff tecnico e dirigenziale attende la definitiva esplosione a questi livelli dei promettenti giovani Brambilla, Giacchetta, Rusconi e Motta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento