menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Carpe Diem Calolzio finisce la stagione perdendo a Lissone 82 a 63

In quel di Lissone , contro una compagine in lotta per le prime posizioni in campionato ( finirà terza ), la Carpediem Calolzio conclude la sua stagione ufficiale con una prestazione non simile a quelle che , negli ultimi anni, l'avevano vista uscire spesso vittoriosa dal palazzetto della Cocoon Lissone.

Lissone - Carpediem Calolzio: 82 - 63 (27 - 22, 17 - 13, 17 - 12, 21 - 16)

Carpediem Calolzio : Motta 4, Paduano 6, Meroni 3, Brambilla, Milan 12, Corbetta 4, Cesana 11, Giovanzana, Floreano 2, Bassani 21. All Michele Pasqua

Lissone: Grimoldi 6, Ballarate 15, Collini 11, Riva 3, Meroni 7, Formentini 10, Cacciani 16, Danelutti 8, Ruzzon 2, Squarcina 4

Per la Carpediem si trattava di espletare la pratica riguardante l'ultima partita di un campionato che purtroppo già da alcune giornate non aveva più niente da dire per le proprie ambizioni e così anche in questa occasione dopo una prima metà di gara dove gli ospiti lecchesi rimanevano incollati nel punteggio ai padroni di casa, un terzo quarto deficitario allargava il divario tra le due squadre , con lissone che peraltro dilagava solamente nei minuti finali dell'incontro fino al punteggio finale di 82 a 63 per i locali.

La cronaca ha visto Lissone sempre avanti , favorito da una difesa  (difesa ?) estremamente soft di Calolzio, che peró all'inizio in attacco, con un efficace Milan sugli scudi, ribatteva colpo su colpo ai padroni di casa. Però le seconde linee venute dalla panchina di Lissone avevano un impatto maggiore e il divario si allargava fino al 44 a 35 all'intervallo.

Il terzo quarto non aveva storia , le percentuali di Calolzio si abbassavano vertiginosamente e Lissone ne approfittava per scappare via fino al 61 a 47 della terza sirena. L'ultimo tempo serviva solo a fare giocare qualche giovane che, da una parte e dall'altra, nella stagione aveva avuto poco spazio e l'incontro si concludeva con la netta vittoria dei lissonesi.

Le prossime settimane serviranno al presidente Brini per fare le opportune riflessioni sulla stagione a venire, anche e soprattutto alla luce delle nuove suddivisioni dei campionati di serie   C 1 , dovute alla ennesima riforma voluta dalla Federazione e però anche alle soluzioni tecniche da adottare dopo questa stagione che sicuramente non si può definire completamente positiva e pari alle ambizioni che c'erano al momento del via per la CarpeDiem.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento