menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brillante vittoria della Carpe Diem 78 a 61 contro Milano3

Nel turno infrasettimanale la Carpediem del presidente Brini abbatte un ultimo tabù e finalmente sconfigge una storica avversaria come Milano3.

Capediem Calolzio - Milano3 basket: 78 – 61 (26 – 13, 22 – 19, 14 – 15, 16 – 14)

Capediem Calolzio : Paduano 14, Meroni 10, Milan 11, Corbetta 14 e 10 rimbalzi,Bassani 22 e 12 rimbalzi, Motta, Rusconi 2, Cesana 3, Pirovano 2, Floreano. All. Michele Pasqua

Milano3 basket : Delmenico 4, Tandoi 3, Giocondo 14, Anzivino 15, Soresina, Abante, Mori, Colombo 14, Picco 2, Bristot 2 , Morgante 7

La partita non ha, di fatto, avuto storia; i locali sin dall'inizio hanno preso in mano le redini del gioco e con azioni scintillanti e una grande circolazione di palla riuscivano sempre a trovare conclusioni efficaci , ed infatti il primo quarto si concludeva sul 26 a 13 per Calolzio e tra i singoli si distinguevano Meroni e Milan.

Il secondo quarto proseguiva sulla falsariga del primo anche se si assisteva al tentativo naturale di rientro in partita dei milanesi spinti da giocondo e Anzivino ma l'assoluto dominio a rimbalzo della Carpediem, il fatturato finale sarà di 52 rimbalzi a 30 per i lecchesi,  unito ad una grande concentrazione difensiva permetteva di chiudere alla sirena dell'intervallo lungo con Calolzio avanti di ben 16 punti, (48 a 32).

Positivo in questo quarto il rientro di Cesana, ( out Brambilla dopo il lieve infortunio di Manerbio e Giacchetta ) e ottimo al tiro capitan Paduano che, liberato dai compiti di regia affidata in alternanza a Milan e Meroni , tornava a essere il micidiale tiratore che tutti conoscono con un fatturato finale di 4 su 6 nel tiro da tre.

Il terzo quarto era il più equilibrato, milano3 stringeva le maglie difensive e la Carpediem, che nelle prestazioni di quest'anno ''soffre'' la terza frazione di gioco, cominciava a sbagliare numerose conclusioni e a perdere diversi palloni permettendo a milano3 di arrivare al -8, ma un time-out di coach Pasqua rimetteva le cose a posto e con Corbetta e Bassani sugli scudi il vantaggio tornava rassicurante fino al 62 a 47 alla terza sirena.

L'ultimo quarto vedeva un ultimo sussulto dei milanesi , ma Calolzio non perdeva la concentrazione e, sempre giganteggiando a rimbalzo, con rapidi contropiede allungava ancora e la partita si concludeva con il punteggio di 78 a 61 per la Carpediem.

Il team di Pasqua ha confermato con questa prestazione quanto di buono fatto vedere nelle ultime partite dove il raccolto non è stato pari a quanto seminato anche a causa delle numerose assenze per infortunio; il rientro di Cesana e quello prossimo di Brambilla possono tornare a garantire quella profondità di rotazioni assolutamente indispensabili in un campionato di questo livello, campionato che ha nell'equilibrio la sua caratteristica principale e che, proprio grazie a questo equilibrio, permette alla Carpediem di conservare intatte le ambizioni di inizio stagione.

La prossima partita sarà ancora in casa nella palestra di Olginate, sabato 24 Gennaio alle ore 18 contro i giovani di Cantù.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento