menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un arbitro lecchese alla finale di Champions League

Il racconto del fischietto Paolo Fusi, parte del UEFA Support Team

Paolo Fusi, membro dell’Associazione Italiana Arbitri di Lecco e da poche settimane anche neo Delegato, è stato selezionato all'interno del programma UEFA Support Team e ha avuto la possibilità di vivere in prima persona la finale di Champions League tra Real Madrid e Atletico Madrid tenutasi allo stadio "Giuseppe Meazza" di Milano lo scorso 28 maggio.

Una settimana molto intensa, con ritmi molto elevati, ma sicuramente proficua sia per l'ottimo lavoro svolto che per l'opportunità di essere parte integrante della macchina organizzativa di un evento di portata mondiale: «Non ci sono parole per descrivere l'onore e la soddisfazione provata nel poter prendere parte ad una finale di Champions League; dall'esterno si percepisce solo una piccolissima parte dell'evento, che è essenzialmente la partita, mentre non sono minimamente immaginabili l'organizzazione generale e il lavoro da svolgere per far sì che tutto vada per il meglio» queste le parole di un emozionato Fusi al termine dell'evento.

Il lecchese, inserito con il ruolo di coordinatore dei trasporti all'interno di un gruppo di persone che avevano il compito di ricevere gli ospiti UEFA al loro arrivo all'aeroporto di Linate, ha accolto personalità di primo piano del mondo calcistico come Fabio Cannavaro, Luis Figo, Ruud Gullit, Edwin van der Sar, Mark van Bommel, Deco, oltre a delegati e "addetti ai lavori".

Un bilancio quindi molto positivo, confermato anche dai complimenti ricevuti dopo la partita: «Al termine dell'evento il Support Team ha ricevuto le congratulazioni da parte di tutto lo staff UEFA per l'impegno e la dedizione con cui ha affrontato questa settimana; il lavoro è stato impegnativo, ma ne è valsa la pena; tra l'altro, avendo terminato il nostro operato prima del fischio d'inizio, abbiamo potuto assistere alla finale che è stato il più bel regalo che potessimo ricevere».

di Stefano Giampaolo, presidete AIA Lecco

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento