rotate-mobile
Sport

Calcio, il Lecco sciupa troppo e regala: il Ciliverghe vince con Galuppini-Del Bar

Garofoli e Ronchi sprecano le occasioni buone, i talenti della vicecapolista non perdonano e risolvono una gara per nulla facile. Bolzano penultimo e a -2, ora la sosta.

Certo non era facile fare risultato contro una squadra da 64 punti, dotata del miglior attacco del campionato e con dei numeri impossibili. Ma se, ancora una volta, si torna a Lecco con dei rimpianti, della stoffa, seppur non pregiatissima, ci deve pur essere. Ancora una volta, infatti, il Lecco paga per i suoi stessi errori su ambo le parti del campo: manca di quella cattiveria che a volte si è vista e altre (tante) volte purtroppo no, un difetto che si ripercuote sia in fase offensiva che in quella difensiva. E quindi festeggia il Ciliverghe Mazzano, che ha giocato al piccolo trotto dopo l'incrocio con il Monza, approfittando delle situazioni giuste per fare male: la qualità di Galuppini, capocannoniere del campionato, si è vista anche da fermo, la velocità di Del Bar ha ingigantito un errore madornale di Benedetti, fino a quel momento tra i migliori. Ora bisogna cacciare giù un altro boccone amaro e concentrarsi subito sul Dro: con la salvezza diretta tornata ad essere una chimera, sarà bene difendere con denti e unghie quei due punti di vantaggio sulla Virtus Bolzano, un capitale messo via in tempi migliori che ora potrebbe fruttare quantomeno i playout il prossimo 21 maggio.

Leggi la cronaca di Ciliverghe Mazzano 2-0 Lecco

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, il Lecco sciupa troppo e regala: il Ciliverghe vince con Galuppini-Del Bar

LeccoToday è in caricamento