Calcio. Moleri con il cuore: il Lecco riacciuffa il Como all'86'

La rete del centrocampista di Civate nel finale pareggia il vantaggio dei padroni di casa con Ganz. Safarikas decisivo con un doppio intervento prodigioso prima del pareggio

 

Il Lecco riacciuffa il Como nel derby del Lario, e lo fa con Moleri all'86'. Una partita non bellissima, al Sinigaglia, che il Como sblocca dopo soli 6' grazie alla percussione centrale sull'asse Marano-Ganz: il numero nove batte un incolpevole Safarikas.

Il Lecco ha la sua migliore porzione di gara negli ultimi venti minuti del primo tempo, nei quali sfiora più volte il pari con un tiro di Carissoni e un colpo di testa di Bastrini deviato sopra la traversa. C'è anche un gol annullato allo stesso Bastrini.

Nella ripresa i ritmi si abbassano, il Como sfiora il raddoppio in contropiede con Miracoli e Iovine, ma il portiere greci dei blucelesti è attentissimo. Subito dopo percussione di Moleri che va da solo sino in fondo e batte Facchin, per l'1-1. È festa sotto lo spicchio di tifosi al seguito della squadra di D'Agostino, al secondo risultato utile consecutivo.

Le foto della partita

Como 1-1 Calcio Lecco (1-0)

Marcatori: Ganz al 6′ pt; Moleri al 41′ st.

Como (3-5-2): Facchin; Sbardella, Crescenzi, Loreto (dl 32′ st Peli); Iovine, Marano, Bellemo, Reggio Garibaldi, De Nuzzo (dal 1′ st Bovolon); Miracoli, Ganz (dal 22′ st Gabrielloni). A disposizione: Zanotti, Ferrazzo, Solini, Celeghin, H’Maidat, Bolchini, Vocale, Kouadio, Vincenzi. All. Banchini.

Lecco (3-5-2): Safarikas; Merli Sala, Malgrati, Bastrini; Carissoni (dal 35′ st Lisai), Moleri, Bobb, Pastore, Giudici (dal 35′ st Scaccabarozzi); Capogna (dal 44′ st Fall), Negro (dal 13′ st D’Anna). A disposizione: Jusufi, Vignati, Marchesi, Chinellato, Procopio, Maffei, Nivokazi, Nacci. All. D’Agostino.

Arbitro: Ricci di Firenze (Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Fraggetta di Catania).

Note: ammoniti Giudici, Moleri, Facchin, Sbardella. Angoli: 5-5.

Le interviste

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento