rotate-mobile
Sport

Da Lecco all'Europa: in sessantamila "scorteranno" l'esordio di Conti e Locatelli

Stelline lecchesi nel Milan

Sono storie talmente diverse, quelle di Andrea Conti e Manuel Locatelli, che i due si sono conosciuti solo di recente nel ritiro dell'Italia. Eppure la provenzienza è la stessa: Lecco, dove sono nati rispettivamente nel 1994 e nel 1998. Storie diverse e un destino in comune: entrambi, domani sera, sembrano essere destinati al debutto europeo con la maglia del Milan. Assoluto per Locatelli e da titolare per Conti, che nella gara d'andata contro il Craiova ha "assaggiato" il campo per una decina di minuti.

Se le probabili formazioni saranno confermate, giocheranno davanti alle sessantamila persone che hanno "fatto sapere" di essere in procinto di recarsi a San Siro per la partita che vale l'accesso all'Europa League. A tanto è arrivata la prevendita per la gara, destinata a raggiungere il traguardo del "sold out". La gara sarà trasmessa in diretta su Canale 5 a partire dalle 20.45 (in streaming su www.sportmediaset.it, ndr).

Storie a confronto

Esploso uno, cresciuto gradatamente l'altro: sono i mondi contrapposti di Manuel Locatelli, 19 anni, e Andrea Conti, 23, le due stelline del firmamento calcistico lecchese.

Per "Loca" l'approccio con la prima squadra del Milan, dopo la lunga trafila nel settore giovanile, è stato estremamente rapido e emozionante: prima le parole e l'investitura del presidente Berlusconi, poi l'esordio dello scorso aprile, il primo (e spettacolare) gol contro il Sassuolo, la perla contro la Juventus e, poco tempo fa, anche la convocazione nella Nazionale Maggiore. A fine anno la rete alla "Signora" è stata votata come la più bella dell'annata rossonera.

Andrea, invece, ha fatto la gavetta indossando la maglia del Perugia in Lega Pro, con cui ha conquistato la promozione in cadetteria, e poi si è formato in Serie B con la Virtus Lanciano, prima del ritorno nella "sua" Atalanta. Un anno di apprendistato ad ascoltare i consigli dell'icona e capitano Bellini, poi la definitiva esplosione sotto la guida di Gasperini, che ne ha fatto un perno della formazione bergamasca e un giocatore ambito dai "big club" della nostra Serie A: corsa e gol (otto, per la precisione) hanno convinto il Milan a sborsare 24 milioni di euro per portarlo in rossonero.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Lecco all'Europa: in sessantamila "scorteranno" l'esordio di Conti e Locatelli

LeccoToday è in caricamento