Dal Cornizzolo a Monaco di Baviera: 255 chilometri in parapendio

Straordinaria impresa di Mauro Angel e Matteo Wieber, capaci di sorvolare le Alpi

Un'impresa straordinaria: in parapendio dal monte Cornizzolo fino alle pianure che portano a Monaco di Baviera, senza mai toccare terra.

Protagonisti del lunghissimo volo Mauro Angel di Verceia e Matteo Wieber di Lurago d'Erba, che hanno scelto il Lecchese come punto di partenza per un tentativo clamoroso. I due, sabato scorso, hanno volato per 255 chilometri sorvolando interamente le Alpi, partendo alle 11 e atterrando sette ore e 45 minuti più tardi in uno sperduto paesino tedesco trenta chilometri a nord di Garmisch.

«Abbiamo trovato condizioni meteo irripetibili - racconta Mauro Angel a LeccoToday - Bel tempo e correnti ascensionali ideali. Peccato per non essere riusciti a battere il record italiano di durata, mancava pochissimo, ma resta comunque un'impresa che ci ha riempito di orgoglio e soddisfazione».

I due impavidi amanti del parapendio - che alle spalle hanno un'esperienza di volo decennale - sono partiti da quota 1.700 metri del Cornizzolo per salire ai 2.500 della Grigna e all'altitudine massima di 3.800 metri in Engadina. «La temperatura minima incontrata è di 6 gradi sottozero - prosegue Angel - ma i materiali indossati ci hanno permesso di non patire il freddo. Nessuno aveva mai provato questo volo: quando arrivi in Germania, scavalcate le Alpi, il paesaggio che si apre è straordinario».

I due hanno affrontato la distanza tenendosi in contatto per radio, ma a un certo punto il riferimento, sia audio che visivo, è scomparso. «Gli ultimi chilometri li abbiamo affrontati in solitaria. Siamo atterrati a distanza di circa un chilometro. Una volta ricongiunti, siamo andati in treno fino a Garmisch, dove un nostro amico ci attendeva in auto per rientrare in Italia. Siamo tornati a casa alle quattro del mattino».

Angel e Wieber sono pronti per un'altra grande impresa. «La primavera è ideale per il parapendio: ci piacerebbe riprovare e questa volta andare oltre i 300 chilometri, così da stabilire un vero e proprio record».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento