menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Archivio Matteo Della Bordella

Archivio Matteo Della Bordella

Patagonia: nuova impresa alpinistica di Matteo Della Bordella

Membro dei Ragni di Lecco scrive il proprio nome nella storia aprendo una nuova via di ghiaccio sul Cerro Riso Patron in Patagonia

Matteo Della Bordella, membro del gruppo Ragni di Lecco, aggiunge una nuova impresa alla sua collezione di scalate.

In coppia con l’alpinista svizzero Silvan Schupbach, scrive il proprio nome nella storia aprendo una nuova via di ghiaccio sul Cerro Riso Patron, montagna di 2.055 metri in Patagonia (Cile), conquistata per la prima volta  in assoluto dai Ragni di Lecco nel 1988.

Matteo e Silvan si sono avvicinati alla montagna con una traversata in mare di 100 km in kayak lungo i fiordi cileni, iniziata il 7 febbraio da Puerto Natales, e un complicato approccio a piedi. Hanno atteso la prima finestra di bel tempo per attaccare la parete di roccia e ghiaccio del versante Sud.

Le difficoltà dell’impresa è legata alla posizione del Cerro Riso Patron, montagna posizionata all’estremo sud del continente sudamericano, considerata misteriosa per le particolari condizioni climatiche che ne celano la cima, quasi sempre avvolta dalle nubi create dalle correnti oceaniche. La prima scalata è stata per la prima volta realizzata nel 1988 dai Ragni di Lecco Casimiro Ferrari, Bruno Lombardini ed Egidio Spreafico. Da allora, in trent’anni, la vetta è stata raggiunta solo un’altra volta, nel settembre 2015 da un team di alpinisti francesi, che hanno aperto una nuova via sulla parete Est. Nessuno aveva mai provato l’impresa arrivando dal mare in kayak.

Della Bordella conclude così una fantastica stagione alpinistica in Patagonia, iniziata nei primi giorni di gennaio con l’apertura di una via sul Cerro Pollone con il compagno dei Ragni di Lecco Luca Schiera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento