Ciclismo: aperte le iscrizioni per la Granfondo. Si corre accanto a Evans, Savoldelli e Chiappucci

E' iniziato il lungo avvicinamento alla bella Granfondo, in programma per il 14 aprile

Sono aperte le iscrizioni alla Granfondo don Guanella, giunta ormai alla terza edizione, ancora più bella e spettacolare delle precedenti. La partenza infatti avverrà sul suggestivo lungolago di Malgrate, in una cornice naturale garantita dalle nostre splendide montagne che si specchiano nel lago. L’arrivo, come di consueto, sarà posto a Cascina don Guanella, dove sport e solidarietà potranno coniugarsi nella grande festa finale, per la quale ci sono in serbo molte sorprese. 

Tante novità per la terza edizione

Ma le novità di questa terza edizione non sono finite: c'è la proposta di due percorsi: il lungo, per complessivi 110 km, il corto con 63 Km. Per entrambi è prevista l'ascesa al santuario della Madonna del Ghisallo, simbolo del Giro della Lombardia: 8,5 km di ascesa, con picchi di pendenza fino al 14%, e discese mozzafiato per tornare in riva al lago. 

E ancora, accanto al notissimo testimonial della Granfondo - il campione australiano Cadel Evans, grande amico di Cascina don Guanella – si stanno esponendo diversi personaggi del ciclismo nazionale: dal “Diablo” Claudio Chiappucci al vincitore del giro d’Italia Paolo Savoldelli e molti altri ancora.

Informazioni e iscrizioni si trovano direttamente dal sito https://granfondodonguanella.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoratori egiziani devolvono incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

  • Guida Michelin, il Lecchese si conferma: "Porticciolo" e "Pierino Penati" rimangono stellati

  • Merate: scomparsa Tatiana Malikova, cittadina russa residente in una struttura ricettiva

  • Le migliori scuole della provincia di Lecco: i risultati per ogni indirizzo

  • Statale 36: chiusa la Lecco-Ballabio, traffico in tilt in città

  • Dopo oltre un anno il Ponte San Michele riapre al traffico veicolare

Torna su
LeccoToday è in caricamento