menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

HC San Giorgio, si va ai playoff!

Obiettivo centrato: L'Hc San Giorgio fratelli Riva va ai play off Nell'ultima giornata di ritorno del campionato nazionale di serie A di pallamano, la compagine moltenese del tecnico Zarko Balic, si giocava tutto nel match casalingo contro Cassano. Bisognava solo vincere.

Si scende in campo, ed i moltenesi, giocano con molta tensione addosso, sprecando tantissimo. Gli ospiti riescono anche a portarsi sul +4. Bravo Balic a dare tranquillità al gruppo, e piano piano, il Molteno prende in mano le redini della partita, trovando nel finale di primo tempo, anche la rete del vantaggio: 13-12. 
Nella ripresa, dopo un inizio equlibrato, la squadra di casa trova un break importante, portandosi sul +4. 
Il Cassano non ci sta. E' Moretti a trascinare il team varesino alla rimonta, ed al sorpasso, che arriva a settanta secondi dal suono della sirena. Un finale incredibile. La formazione moltenese trova due reti con Brambilla: 24-23 a
venti secondi dalla fine. Nel finale, il Cassano, toglie il portiere, e mette in campo un attaccante. Tenta il tutto per tutto. Molteno difende bene., recupera palla, e Domen Ban, trova la rete del 25-23. Il palaoratorio di Molteno è una bolgia. Col cuore Molteno la spunta in un match avvincente e in bilico fino all'ultimo minuto. 
Oggi c'era un solo risultato utile per i ragazzi di Balic: ci volevano 3 punti, non uno di meno. Ma ce l'hanno fatta, sono nei play off. 
Una partita, non tecnicamente ma agonisticamente bella, tesa, come logico, tra due squadre giovani che la sorte ha voluto premiare: nel senso che Molteno, vincente, con tre punti passa da 20 a 23 punti, chiudendo la regular season al terzo posto (dietro a Leno ed i veneti del Dossobuono), e quarto, è il Cassano che resta a 22 punti a pari punti con il Ferrarin (sconfitto a Torino). Ma, tra le due squadre a pari punti, gli scontri diretti danno ragione ai varesini I play off partono l'8 marzo con Molteno che incrocia il Dossobuono La formula prevista, assegna alle squadre un punteggio di partenza legato alla classifica finale. 
Così l'H.C- Molteno, classificatosi al terzo posto, partirà con 2 punti, il Leno con 4, il Dossobuono con 3, il Cassano con 1. 

LA CRONACA - La gara inizia con un Cassano più sicuro, che sprigiona (e lo farà per tutta la partita) il suo gioco di scambi e incroci che sembrano interminabili, con un numero di passaggi spesso al limite del "passivo" (come infatti gli arbitri poi indicano), quasi sempre con la finalità di lanciare al tiro i terzini: e all'inizio della gara questo gioco porta i suoi frutti, complice anche per poca concentrazione o difetto di piazzamento del portiere moltenese. 
Sull'altro fronte d'attacco il Molteno è contratto, impacciato, le poche conclusioni sono fuori porta o sui pali: il capitano Vergani si fa parare il rigore, conquista la respinta e poi conclude sul palo. Troppa la tensione. Dopo otto minuti si è sul 2 : 6, si mette male da subito... Ma capitan Vergani - che questa sera con autorità nei momenti clou ha saputo guidare i suoi compagni ma anche inventarsi reti pregevoli - insieme a Ban, opera un parziale di 5 : 2, e al 15' il punteggio è di 7:8. 
Cassano reagisce e fa il +3, ma Molteno ora ha più fiducia, gioca meglio in difesa - aiutato dai validi interventi in porta di Somaschini ( che però dopo pochi minuti è costretto ad uscire per infortunio al ginocchio) - alla fine aggancia i varesini e sul finire del primo tempo si porta addirittura in vantaggio. 
Si torna in campo sul 13:12, sulla scia del finale del 1°, strigliati si dal mister negli spogliatoi, ma più fiduciosi per il recupero fatto. Non tutti sono al meglio, è vero, ma si sbaglia e si lotta comunque col cuore. Molteno riparte a razzo, dopo quattro minuti è sul 16:12, poi 18:14; ma c'è la reazione di Cassano, da parte moltenese qualche sbavatura di troppo in difesa, un paio di palloni persi banalmente in attacco e un pò alla volta in Cassano opera l'aggancio sul 20:20. 
Siamo a metà del 2° tempo, gli ultimi 15 minuti sono l'emblema della gara: vantaggio massimo di una rete, da una parte o dall'altra. Il Cassano spinge sull'acceleratore con le bordate del suo giovane e forte terzino Moretti, che però in questa fase trova pane per i suoi denti nel suo coetaneo Moltenese, il portiere Redaelli. 
Scorrono i minuti, si avvicina la sirena, chi sarà in testa quando suonerà? 
Tensione da cardiopalma sugli spalti e non solo, quando a 70" dal termine Cassano si porta sul 24:25... mentre scorrono i secondi Brambilla in entrata segna dalla posizione di ala. Cassano viene avanti, ma perde la palla in attacco, Brambilla si ripete dopo appena 30 secondi: siamo 26:25, tutti già esultano ma non è ancora finita, mister Havlicek si gioca l'ultimo time-out. 
Situazione da basket (ma per fortuna nell'Handball non esistono i falli tattici, esiste il vantaggio!), 19' al termine. Cassano si gioca il tutto per tutto (in 7 in attacco a porta sguarnita). Si riprende, due , tre passaggi, la penetrazione, l' assist per il pivot... ma la palla è intercettata, pochissimi i secondi, Ban ha conquistato la palla, la porta del Cassano è vuota... lancio lungo... la palla è in porta, appena un secondo prima della sirena: 27:25, è finita. 
Il tripudio ve lo lascio immaginare.

Molteno: Redaelli M. (p), Somaschini (p), Elli 1, Buzzi 1, Breda 1, Dell'Orto 2, Magni, Colombo 1, Farina, Ban 8, Condoluci 1, Brambilla 4, Redaelli G.1, Vergani 7. All. Zarko Balic

Cassano: Dall'Ava, Moretti 10, Havlicek 1, Saporiti 1, Ambrosetti, Rota 1, Zanone 2, Garza 1, Utracchi 2, Bortoli 2.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento