menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto postata da Alessio Stefanoni su Facebook

La foto postata da Alessio Stefanoni su Facebook

I lecchesi Stefanoni e Amigoni fino in fondo alla "Marathon Des Sables"

I due atleti di Falchi e OSA hanno percorso i 240km nel deserto del Sahara

240 km (in sei tappe) nell'arido e cocente deserto del Sahara in Marocco. Quella realizzata dai lecchesi Alessio Stefanoni (Falchi Lecco) e Matteo Amigoni (OSA Valmadrera) è sicuramente catalogabile nella categoria delle imprese. I due atleti hanno completato in circa 45 ore totali il percorso della "Marathon Des Sables", una delle Ultratrail per eccellenza, così suddiviso: prima tappa da 30,3km, seconda tappa da 39km, terza tappa da 31,6km, quarta tappa da 86,2km (tempo max 2 giorni, ndr), quinta tappa da 42,2km e passerella finale di 7,7km verso il traguardo. Uno il giorno di riposo previsto nei sette giorni di gara, ogni dieci chilometri un ristoro in cui ritirare parte della razione giornaliera d'acqua (9 litri).

1300 gli atleti arrivati da tutto il mondo, che hanno camminato sulla sabbia in regime di quasi autosufficienza alimentare. Enorme lo sbalzo termico: si passa dai 47/48 gradi del giorno (all'ombra) fino alle temperature rigide della notte, passata nelle tende allestite dall'organizzazione.

Questi numeri e dettagli fanno ben capire quanto grande sia stata l'impresa portata a termine da Stefanoni e Amigoni, supportati nella loro settimana marocchina con e-mail e messaggi arrivati da casa. Per la cronaca, ad imporsi è stato il marocchino Rachid El-Morabity, mentre al femminile ha vinto l'inglese Elisabet Barnes.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento