menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I "Ragni" della Bordella e Schiera raccontano in Acel l'impresa nella Terra dei Baffin

I due "maglioni rossi" hanno raccontato le emozioni che li hanno accompagnati sul Great Sail Peak

Una nuova prestigiosa tappa nella lunga e gloriosa storia dei Ragni; ma anche un motivo di orgoglio e di vanto per questo territorio e per chi, come ACEL Service, da anni è vicina a questo sodalizio e intende continuare ad esserlo. Questo il messaggio lanciato  dal Presidente di ACEL Service Giovanni Priore e dal Consigliere Domenico Salvadore in occasione dell’incontro con Matteo Della Bordella e Luca Schiera, due dei tre Ragni (il terzo è stato Matteo De Zaiacomo) protagonisti, nei mesi scorsi, della  avvincente spedizione in Terra di Baffin, insieme ai forti scalatori belgi Nico Favresse e Sean Villanueva.

Prima 180 km a piedi in sei giorni con gli sci ai piedi, trainando sui ghiacci le slitte. Quindi l’approdo alla Stewart Valley, dove si trovano alcune delle più imponenti montagne di granito della terra, per affrontare il Great Sail Peak e aprirvi nuove vie con tiri impegnativi (7c) in arrampicata libera, vivendo in parete per oltre 10 giorni di fila. Quindi altre sfide, con nuove vie aperte sulle pareti dall’altra parte della valle. Infine il ritorno, mentre il ghiaccio si scioglieva, con 170 km da percorrere parte a piedi e parte  su  piccoli canotti.

Un racconto appassionante, quello di Matteo Della Bordella e Luca Schiera, non privo di episodi anche divertenti, come quando, dopo aver raggiunto per la prima volta tutti insieme la cima del Great Sail Peak, si sono accorti di non avere con se il gagliardetto di ACEL Service: di qui la scelta di scendere per prenderlo e risalire in stile alpino aprendo una nuova via più veloce, per farsi quindi immortalare con il guidoncino in mano.

“Quando, insieme a Fabio Palma, presidente dei Ragni, e a Matteo Della Bordella e Luca Schiera ci siamo ritrovati qui nella nostra sede a presentare il ricco programma di iniziative previste per il 70esimo di questo prestigioso sodalizio, fra cui spiccava la spedizione in Terra di Baffin, abbiamo espresso l’orgoglio per le imprese che hanno segnato la lunga e prestigiosa storia dei maglioni rossi e, di conseguenza, per poter affiancare il nostro marchio, anche in questo importante anno, alla loro attività. Oggi che la missione in Terra di Baffin si è conclusa positivamente, non possiamo che ribadire ulteriormente questi  sentimenti di orgoglio, ammirazione e gratitudine per un gruppo che è diventato simbolo dei valori positivi della nostra terra lecchese nel mondo: la passione, lo spirito di sacrificio, il coraggio di raccogliere sfide sempre più impegnative, l’amicizia e la lealtà, il rispetto per la natura, l’amore per la montagna” ha sottolineato il consigliere ACEL Service Domenico Salvadore.

Orgoglio ribadito anche dal presidente Giovanni Priore, che ha voluto consegnare una speciale targa ricordo ai protagonisti dell’impresa, riconfermando la voglia di ACEL Service di continuare ad essere vicina ai Ragni di Lecco, “ai quali va il merito – ha sottolineato – di aver fatto conoscere attraverso 70 anni di imprese, il nome di Lecco e delle sue montagne nel mondo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento