Mercoledì, 12 Maggio 2021
Sport

La Sea Logistic perde una grande occasione sul campo di Alghero

Valmadrera gioca una gara all’insegna dell’equilibrio ma cede solo nel finale alla diretta rivale Alghero; occasione persa per allontanare i playout

Sara Canova

Mercede Alghero-Sea Logistic Valmadrera 69-66 (13-15;34-29;50-51;69-66)

Mercede Alghero: Zanardi 16, Caneo N.E., Boi N.E., Giorgi 14, Trubia N.E., Azzellini 15, Petrova 6, Bardino, Gagliano 7, Farris 11. Coach Daniele Cordeschi.

Sea Logistic Valmadrera: Bussola 8, Capiaghi 13, Scudiero 12, Pontiggia 6, Canova 18, Molteni 7, Pirovano N.E., Guebre N.E., Lacquaniti N.E., Gusmaroli 2. Coach Maurizio Frigerio

Torna a casa da Alghero con una buona dose di rimpianti la Sea Logistic Valmadrera, che perde 69-66 sul campo di una rivale diretta una partita alla portata che, in caso di risultato diverso, avrebbe garantito 6 punti di margine su Biassono. Nulla di drammatico in chiave salvezza, perché il girone di ritorno è ancora da giocare e la vittoria di Cagliari ricorda che le avversarie sono abbordabili; certamente lascia l’amaro in bocca perdere di 3 punti, dopo una partita tiratissima e centinaia di chilometri di trasferta.

La cronaca racconta di un match equilibrato, con un punto a punto tiratissimo, con Valmadrera che chiude avanti la prima frazione di gioco (13-15) e la terza (50-51), prima del finale cardiopalma. A 7 secondi dalla sirena finale, infatti, quando il tabellone descrive la parità a quota 63, le ragazze ospiti commettono un fallo che costa due tiri liberi; il primo va a segno ma, sul secondo errore, viene concesso un rimbalzo fatale alle avversarie, che costa la vittoria del match.

“C’è stato un misunderstanding nel finale” –spiega Coach Frigerio- “Dopo una partita giocata sul filo dell’equilibrio, in cui avevamo la vittoria alla portata; dispiace aver perso due punti che ci avrebbero avvicinati alla salvezza”. “L’obiettivo” –continua il tecnico-“Resta quello di vincere ancora un paio di partite e raggiungere quota 10 punti che, secondo molti, dovrebbe essere quella sufficiente per salvarsi senza passare dai playout”.

Ripartire dalle tre giocatrici in doppia cifra (Capiaghi, Bussola e Canova), dal notevole 59,5% da due punti e, soprattutto, dall’approccio al match: “Se l’atteggiamento è quello di sabato, abbiamo le carte in regola per vincere a Biassono e portare a casa un’altra partita; l’aspetto positivo è che, in questo girone, ce la siamo giocata sostanzialmente con tutti”. Domenica 16 marzo (ore 18), a Biassono l’imperativo è vincere, nella prima giornata del girone di ritorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Sea Logistic perde una grande occasione sul campo di Alghero

LeccoToday è in caricamento