menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nicola Ripamonti, a destra, sul K2 vincente con Giulio Dressino

Nicola Ripamonti, a destra, sul K2 vincente con Giulio Dressino

Klokpah e Ripamonti, due ori lecchesi ai Tricolori di canoa di fondo

A Mantova il derviese Kwadzo si è imposto nella prova del KL3 5.000 di paracanoa, mentre il finanziere di Ballabio si è confermato campione italiano nel K2 con Giulio Dressino

Brillano i lecchesi ai Campionati italiani di canoa, specialità fondo, svoltisi a Mantova nelle acque dello Sparafucile. Kwadzo Klokpah si è laureato ancora una volta campione italiano dei 5.000 metri. L'atleta della Canottieri Lecco, derviese, si è imposto domenica scorsa nella gara valida per il titolo tricolore di paracanoa, a bordo del KL3 5.000, segnando il crono di 24'49″64 e anticipando Simone Giannini (Aisa Sport) e Daniele Nasole (Cc Ferrara).

Nibbiono e Oggiono in festa per la promozione in Serie D

Anche Nicola Ripamonti, ballabiese delle Fiamme gialle cresciuto alla scuola della Canottieri, ha portato a casa l'ennesimo titolo italiano nel fondo, sul K2 olimpico di Rio de Janeiro con Giulio Dressino: i finanzieri si sono imposti in 18'53"15 precedendo di un minuto la barca dell'reonautica Militare di Manfredi Rizza e Matteo Florio. Bronzo per l'equipaggio della Can. Comunali Firenze composto da Federico Urbani e Lorenzo Sodi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento