rotate-mobile
Sport Via Don Giovanni Pozzi, 6

Calcio, il Lecco è più forte anche della terna: battuto il Bolzano

Una rete di Ronchi nel primo tempo decidere la gara con i trentini, ma sono di nuovo le "giacchette nere" a farsi notare per tante decisioni avverse ai blucelesti. Agganciato il Cavenago Fanfulla

No, questa volta siamo più forti noi. Più forti dello stadio a porte chiuse, più forti di una conduzione arbitrale ancora una volta a senso unico. Il Lecco si fa bastare il gol di Ronchi (primo in bluceleste. ndr) e batte la Virtus Bolzano dopo una gara fisica e rude contro una compagine traballante ma in salute, capace di vincere a Crema e di rendere la vita molto difficile anche all'impressionante Monza. Il tutto facendo a meno anche di quanto avrebbe meritato, come il rigore non assegnato per il fallo di mano visibile nella foto di copertina, non cedendo a una serie di decisioni controverse, scampandola bella quando Hofer calcia a lato nonostante la porta sguarnita, abbracciando calorosamente Salvatori per due-tre interventi strappapplausi. Arriva così la prima vittoria della gestione Bertolini, espulso, cercata e meritata: ora testa al Cavenago Fanfulla, che da questa sera accompagna il Lecco in fondo alla classifica. I playout sono lì, distanti due soli punti; i blucelesti hanno anche avuto la conferma di non giocare da soli: nonostante la folle imposizione del Giudice Sportivo, al parco Belgiojoso si sono accalcati una cinquantina di tifosi, che dopo la gara hanno ricevuto la visita dei festanti giocatori di bianco vestiti per una festa a bordostrada. No, questa volta siamo più forti noi.

Leggi la cronaca di Lecco 1-0 Virtus Bolzano

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, il Lecco è più forte anche della terna: battuto il Bolzano

LeccoToday è in caricamento