Sport

Occasione per le Associazioni sportive dilettantistiche: 1 milione e 600mila euro di contributi

Deliberato dalla giunta regionale un fondo apposito. Le domande vanno presentate entro il 4 settembre. L'assessore Cambiaghi: «Sosteniamo lo sviluppo di pratica e cultura sportiva»

È stato pubblicato oggi sul Burl, il Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia, il bando che stanzia 1 milione e 600mila euro per le associazioni e società sportive dilettantistiche lombarde senza scopo di lucro.

Il fondo, deliberato dalla Giunta su proposta dell'assessore regionale a Sport e giovani, Martina Cambiaghi, potrà essere incrementato fino a 2 milioni di euro in caso di ulteriori disponibilità. Le domande dovranno essere presentate dalle ore 10 di martedì 4 settembre alle ore 16 di giovedì 4 ottobre. Saranno considerate ammissibili solo le spese sostenute e quietanzate nel periodo compreso tra 1° settembre 2017 e il 31 agosto 2018, comprovate da fatture e/o ricevute.

«Gli oltre 6 milioni di euro di contributi che Regione ha messo in campo tra il 2014 e il 2017 per promuovere l'attività ordinaria di 1.100 realtà sportive - ha spiegato l'assessore Cambiaghi - hanno dato un ritorno che ci spinge a continuare con decisione sulla strada di sostenere lo sviluppo della pratica e della cultura sportiva».

«Incontrando in questi primi mesi di mandato i presidenti delle oltre 10mila associazioni e delle società sportive - ha aggiunto l'assessore a Sport e giovani - ho ricevuto la forte richiesta di aiuto anche nell'attività ordinaria. A causa delle difficoltà economiche, che le società negli ultimi anni sempre più spesso attraversano, non solo è diventato per loro difficile organizzare eventi importanti ma anche garantire l'ordinaria gestione».

Contributi da 1.000 a 5.000 euro

Comitati, delegazioni regionali e associazioni (Asd), società (Ssd) sportive dilettantistiche potranno chiedere il contributo che varia da 1.000 a 5.000 euro. Il bando ha due linee di intervento.

La prima mette a disposizione 350mila euro ed è rivolta a comitati e delegazioni regionali delle federazioni sportive nazionali, delle discipline sportive associate e degli enti di promozione sportiva, oltre che a federazioni paralimpiche e discipline sportive associate paralimpiche, federazioni nazionali paralimpiche e discipline sportive associate paralimpiche.

La seconda linea, con una dotazione di 1.250.000 euro, è rivolta alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche. «La maggior parte delle realtà sportive - ha proseguito l'assessore Cambiaghi - vivono ancora oggi grazie alla passione e all'impegno dei volontari e il bando vuole essere una risposta mirata a sostenere le loro esigenze».

Agevolazioni per comuni montani svantaggiati

Su entrambe le linee è previsto anche un incremento del punteggio del 20% per associazioni e società che hanno sede legale o operativa nei comuni montani svantaggiati o nei comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti. Una riserva delle risorse è destinata per l'attività sportiva dei disabili.

«Ancora una volta - ha concluso l'assessore - Regione Lombardia si mette a fianco di quanti continuano ad appassionarsi per permettere a un vasto numero di ragazzi e di cittadini di svolgere attivita' sportive di base e agonistica. Un settore vitale ed essenziale non solo per fare della sana attività fisica, ma che svolge anche un determinante ruolo sociale, educativo e formativo, che va a vantaggio di tutti». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occasione per le Associazioni sportive dilettantistiche: 1 milione e 600mila euro di contributi

LeccoToday è in caricamento