Made in Lecco in Serie A: Lorenzo Maggioni alla prima direzione arbitrale nella massima serie

Non solo i calciatori Locatelli, Conti e Rossi: anche il 35enne arbitro arriva a toccare l'apice del calcio nostrano

Lorenzo Maggioni, arbitro lecchese

Sessant'anni e mezzo dopo l'ultima volta, un arbitro lecchese tornerà a dirigere una gara di Serie A. Accadrà domani, giovedì 4 aprile, quando il 35enne fischietto di Montevecchia, nativo di Merate, arbitrerà Sassuolo-Chievo Verona, partita valida per il trentesimo turno della massima serie calcistica italiana. Match che metterà di fronte l'ultima in classifica, i veronesi, contro gli emiliani, apparentemente tranquilli al quattordicesimo posto in graduatoria.

Calcio, grande soddisfazione per l'AIA di Lecco: Maggioni e Mokhtar promossi in Serie B 

Sessantotto anni dopo Gino Cicardi

La carriera del fischietto della sezione Aia di Lecco ha avuto un'impennata negli ultimi anni: promosso dalla Serie D alla Can di Lega Pro solo cinque anni fa, ha diretto per quattro stagioni le gare della terza serie, dopodichè è stato promosso in cadetteria (Serie B) nel corso dell'ultima estate. Solo dieci mesi dopo, ecco spalancarsi le porte della massima serie, test per valutare le capacità di Maggioni anche al piano superiore.

L'ultima gara diretta da un fischietto locale risaliva al 4 novembre 1951, giorno di Palermo-Triestina arbitrata da Gino Cicardi, fondatore dell'odierna sezione Aia di Lecco.

Baby lecchesi crescono: Locatelli, prima gioia azzurra. Adamoli in finale al Viareggio. Brilla anche Sofia Cantore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Covid, Lombardia verso l'entrata in "zona gialla": cosa cambia

  • Due incidenti distinti alla stessa ora lungo la Statale 36, deceduto un 56enne

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

  • Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

Torna su
LeccoToday è in caricamento