menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trial: Luca Petrella lascia il Team Fmi Italia

Il giovane pilota malgratese accusa: «Poco aiutato nonostante le ambizioni mondiali. Sarò costretto a saltare due trasferte».

«Sono abbandonato, continuare così non ha senso: mi chiamo fuori dal Team Fmi Italia». Luca Petrella, giovane malgratese asso del trial, vicecampione italiano nel 2016 nella Tr1, la classe regina, alle spalle dell'amico e conterraneo Matteo Grattarola, e secondo anche nell'Italiano 2017, si è visto costretto a lasciare la Nazionale per mancanza di adeguato sostegno da parte della Federazione.

Un addio doloroso, accompagnato dalle immancabili polemiche su Facebook, che penalizza uno dei prospetti più interessanti, di sicuro il pilota italiano del futuro, il vero erede di Matteo Grattarola. «Non sono arrivati gli aiuti che speravo, un pilota che ambisce a vincere il Mondiale o arrivare sul podio deve essere aiutato dalla Federazione - accusa Petrella - Non mi sembra giusto dare una bella immagine anche a loro per il lavoro che sto facendo da solo. Il sostegno economico c'è ma non è sufficiente per fare niente. Disputerò le gare in Europa saltando due trasferte, facendo affidamento al Team Trs, agli sponsor e sulle mie forze».

Per un pilota giovane come Petrella, questo addio rischia di diventare un freno lungo il percorso di crescita sportiva. «Purtroppo questa situazione potrebbe penalizzarmi, avendo vinto l'ultima prova iridata del 2016 ed essendo io uno dei favoriti al titolo. Proverò a vincere il Mondiale con due gare in meno: è difficilissimo ma ci credo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Le Regioni non mollano Draghi: «Ristoranti aperti e coprifuoco alle 23»

  • Notizie

    Bellano: entro il 2024 il passaggio a livello sarà un ricordo

  • Attualità

    «Pullman gratis un cambio di passo concreto verso una mobilità più leggera»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento