menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Np Olginate fa suo il derby con Calolzio per 79 a 66

Il primo tanto atteso derby di basket di DNB tra NP Olginate e Carpe Diem Calolzio se l'è aggiudicato Olginate che questa sera, sabato 4 ottobre, ha vinto meritatamente per 79 a 66, una partita dominata per lunghi tratti.

NP Olginate - Carpe Diem Calolzio: 79 - 66 (29 -15, 17 - 13, 24 - 19, 9 - 19)

NP Olginate: Zambelli 17, Penci, Verlato 1, Tavola 11, Casati l. 2, Lanzani 5, Beretta 6, Riva 7, Casati A. 11, Casati S. 19. All. Antonio Tritto

Carpe Diem Calolzio: Motta 6, Paduano 6, Meroni 2, Brambilla 2, Rusconi, Milan 13, Corbetta 11, Cesana 16, Giacchetta 6, Bassani 4. All. Michele Pasqua

Arbitri: Janko Mauri, Lorenzo Colucci

Note: spettatori 400 circa

Il primo derby lecchese della stagione 2014/2015 di basket se lo aggiudica l'NP Olginate, che questa sera al PalaRavasio ha mostrato una maggiore intensità di gioco, con un predominio sotto le plance (39 - 31) ed una maggiore precisione al tiro (41% contro 32%).

In pratica gli ospiti hanno tenuto per pochi minuti iniziali poi è stato solo Olginate che già in chiusura di primo quarto era sul 12 a 3. Tutti si aspettavano Calolzio e invece ha vinto meritatamente Olginate che ha mostrato a tratti una gran bella pallacanestro, mentre Calolzio ci ha capito poco di questa partita.

Cronaca: partenza subito a mille all'ora per entrambe le squadre che esprimono un gioco velocissimo con immediati contropiede. Dopo 4' minuti di gioco Olginste conduce 6 a 3 grazie ad un pressing asfissiante. A portare per mano Olginate ci pensa Simone Casati sul quale i  ragazzi di coach a Pasqua non riescono a trovare le contromisure. A 4' dalla chiusura del primo quarto Olginate è avanti di 8 sul 14  a 8. A 3' dal termine Milan suona la carica per Calolzio andando a segno per il -3 sul 14 a 11. Olginate risponde con un canestro da tre di Tavola che sull'azione successiva, in contropiede, subisce anche fallo antisportivo
andando a marcare i due tiri liberi per il 21 a 13. I padroni di casa trovano una buona precisione al tiro ed ad 1' dal termine sono a + 12 sul 25 a 13. Il primo quarto si chiude sul un canestro da tre di Lanzani, proprio sul fischio della sirena, che porta Olginate sul 29 a 11.

Il secondo quarto si apre con ritmi leggermente più blandi anche perché nella prima frazione di gioco le due squadre avevano speso tanto. Per Calolzio il più convinto è Milan che ruba un paio di palloni in difesa poi però spreca peccando di precisione al tiro. Dopo 4' di gioco Olginate è a +11 a sul 30 a 19. Dal 4' al 6' di gioco Olginate sciorina una gran pallacanestro con una micidiale
precisione al tiro, Casati ancora a segno da 3, e si porta a + 19 sul 37 a 19. Calolzio si riprende nei minuti finali e riduce il distacco a -13 sul 39 a 26. I padroni di casa però sono molto precisi al tiro e con un canestro da 3 di Tavola si riportano a +18 sul 46 a 28,  a 27" dalla fine del primo tempo che è anche il punteggio finale.

Ad inizio di secondo tempo la musica non cambia Calolzio soffre sotto le plance mentre Olginate fa pressoché suoi tutti i rimbalzi e va a canestro da tre con Riva, piazzando anche un paio di contropiede e tenendo un ampio distacco di +19 dopo 4' di gioco. Calolzio lotta, ma Olginate è micidiale da 3 andando a segno con Zambelli per il +22 sul 59 a 37 a 5' dal fischio del terzo quarto. I punti di distacco diventano 24 dopo solo altri 30" di gioco. Gli ospiti  migliorano a rimbalzo con l'ingresso di Giacchetta che i lunghi di Olginate faticano a controllare, anche perché coach Pasqua decide di affiancargli Bassani.  Nei tre minuti ti finali la stanchezza si fa sentire ed entrambe le squadre rallentano il ritmo che fino a quel momento era stato forsennato. Intanto Olginate bada a tenere l'importante distacco di 23 sul 70 a 47 che è anche il punteggio finale del terzo quarto.

Olginate entra nell'ultima frazione di gioco giocando con sufficienza e Calolzio ne approfitta anche perché sembra aver trovato forza con la formula Bassani e Giacchetta in campo. Sta di fatto che dopo due minuti di gioco riduce il distacco a -17 sul 70 a 53. Poi coach Pasqua deve far riprendere fiato a Giacchetta e Olginate ritorna a +21 sul 76 a 57 a 5' dal termine. I padroni di casa però superano il bonus falli e in un minuto vedono Calolzio diminuire lo svantaggio a -14 sul 79 a 65 a 2' e 15" dal termine. Ormai però la partita è segnata ed il vantaggio dei padroni di casa è troppo ampio per far sperare Calolzio in una rimonta. Infatti il match si chiude con la vittoria di Olginate per 79 a 66.

A fine partita i due volti diversi dei due coach: "Senza intensità di gioco - ci spiega l'allenatore di Calolzio Michele Pasqua - non andiamo da nessuna parte. Abbiamo sbagliato l'approccio, Olginate ha meritato la vittoria e dobbiamo fargli i complimenti. Ringrazio i miei giocatori che non hanno mollato quando la partita si era messa male per noi, riducendo così il distacco. Abbiamo sofferto a rimbalzo, ma quando non fai i tagliafuori diventa difficile prendere la palla sotto canestro".

Di tutt'altro umore l'allenatore di Olgianate Antonio Tritto: "Abbiamo giocato una partita con un ritmo elevatissimo e questo ha messo in difficoltà Calolzio. Poi siamo stati bravi e mettere in difficoltà i loro lunghi, se a questo ci aggiungiamo la precisione al tiro, la velocità del nostro contropiede. Vorrei ringraziare tutti quei giocatori dell'Olginate che non hanno mai visto questa categoria e ci sono buttati alla grande dando delle risposte importanti. Però vorrei ringraziare in particolar modo Zambelli che ha portato per mano questa squadra".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento