menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ivan Riva

Ivan Riva

NP Olginate Gordon attesa al riscatto contro Manerbio

NP Olginate Gordon ha appena archiviato la sconfitta contro Saronno, leader del campionato, che al PalaRavasio arriva Manerbio, la rivelazione del torneo che attualmente è in seconda posizione e quasi certa di accedere ai play off.

Manerbio si è dimostrata la vera rivelazione della Serie C essendo partita da neopromossa ha saputo valorizzare i suoi talenti over 35 come l'argentino "SUPER MAXI MORENO" autentico top player leader in molte classifiche individuali e probabilmente il giocatore capace di cambiare il risultato di una partita che con capitan Marchetti, Denti e Savazzi rappresentano il cuore e l'anima della squadra.

A questi giocatori la società ha saputo abbinare ragazzi giovani ma talentuosi come il tiratore Speronello, la sorpresa Ababacar capace di giocare in tutti i ruoli con grande qualità, Basola, Bodini e Nava che sanno garantire il loro contributo è soprattuto garantiscono ampie rotazioni. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una partita spettacolare in cui Olginate non ha nulla da perdere e quindi vorrà far bella figura così come accadde all'andata in cui la vittoria scivolo' via solo nel finale.

Ma oggi abbiamo deciso di intervistare Ivan Riva per cercare di conoscerlo meglio. Ivan, a distanza di qualche mese da quando hai preso la decisione di giocare ad Olginate come ti senti? La tua scelta e' stata ripagata? "Prima di iniziare la stagione non mi ero fatto un'idea precisa di come potesse essere giocare ad Olginate. A distanza di qualche mese posso dire di aver fatto la scelta giusta. È motivo di grande soddisfazione essere tornato a casa e giocare per una società del "MIA TERRA" è vicino a dove sono nato. Per rispondere precisamente alla tua domanda dico "MI SENTO ALLA GRANDE"

Come giudichi la stagione di NPO GORDON e la tua? "Prima voglio parlare della squadra. voglio andare controcorrente ed affermare che per quello che abbiamo espresso in certi momenti è per il duro lavoro che facciamo in palestra credo che la nostra posizione in classifica non ci appartenga. Dico questo in quanto guardando le squadre che ci precedono sono convinto che tolte  2 o massimo 3 squadre le altre non abbiano nulla più di noi. Dal punto di vista personale posso dire di cominciare solo ora ad essere soddisfatto di quello che sto facendo, fino a prima del mio infortunio non mi sono piaciuto, ho incontrato difficoltà lo ammetto. Qualche acciacco fisico ma soprattutto la difficoltà di non essere abituato a conciliare la mia nuova attività lavorativa con l'impegno degli allenamenti. Ho sempre fatto il professionista vivendo per prepararmi al meglio in vista dell'allenamento e della partita. Credo di aver pagato lo scotto è solo ora ho raggiunto l'equilibrio ottimale. Anche perché mi conosco e so che le mie prestazioni sono sempre migliorate nella seconda parte della stagione, spero di non essermi gufato da solo".

Olginate sta facendo un ottimo campionato, cosa gli manca per fare il salto di qualità e competere con squadre come Saronno?
Mi collego alla prima parte della risposta precedente, secondo me non manca nulla, dobbiamo solo abituarci a giocare a certi livelli con più esperienza e più cattiveria agonistica nell'avvicinarci a certe partite avendo più consapevolezza nei nostri mezzi.

Hai giocato sempre al centro sud Italia, quali sono le differenze tecniche che tra il basket del Sud è quello del Nord? "Hai detto tecniche, quindi posso dirti che le differenze sono poche. Qui al nord il livello medio e' più elevato, c'è più abbondanza di giocatori bravi. Ogni squadra ha molti giocatori dotati di ottimi fondamentali".

Cosa c'è di diverso al Sud? Qualcosa che non ha a che fare con la tecnica . . . Gioco più fisico, palazzetto più caldi e non sempre è' un aspetto positivo, più pressione da parte della società, degli allenatori, del pubblico. Proprio per questo voglio spendere due parole per elogiare le persone che compongono la società NP Olginate Gordon, persone di spessore che anche in momenti no ci sono state vicin, si respira un aria positiva è di ottimismo e questo credimi non è affatto scontato in questo mondo anzi . . .

Quali i tuoi programmi per la prossima stagione? "Non saprei proprio cosa rispondere . . .semplicemente per il fatto che vivo con
tutto me stesso il presente e quindi sono molto preso da quello che sta succedendo quest'anno per pensare al prossimo anno. Posso dire che in parte le mie intenzioni le ho svelate, quindi la domanda andrebbe fatta alla società e non a me". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento