menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

NPOlginate, supplementari fatali contro Saronno

Amara trasferta contro la prima della classe per i bianconeri, battuti solo all'overtime nonostante le defezioni del roster

Una stoica Olginate si presenta a Saronno con un roster ai minimi termini, si batte alla pari sino al 20’, poi accende il turbo si porta sul +10 al 28’, ma si rilassa e l’ottimo Saronno rientra. Finale al cardiopalma con continui ribaltamenti e la tripla del sorpasso annullatala a Meregalli (passi in arresto, forse). Alla sirena pari 72 e supplementari. La cortissima NPO perde 4 giocatori per 5 falli e non puo’ impedire la sconfitta.

La partita tra le prime due del torneo era considerato un assaggio di play off e cosi’ e’ stato offrendo al numeroso pubblico presente al PalaRonchi un basket farcito di grande qualita’ con giocate di livello e soprattutto tanto equilibrio e colpi di scena.

Saronno parte subito forte facendo la voce grossa come se volesse intimorire i lecchesi e dopo 80” Guffanti sigla il 7-0. Coach Tritto non si scompone e Milan da 3 e un trittico di canestri di Bassani (16 punti nel primo tempo per lui) ed in altrettanti 80” controsorpasso sul 7-9.

Morale chi si aspettava una bella partita e’ servito, questa sera ci si diverte.

Entra Gurioli e in coppia con Petrosino fanno sentire il fisico mettendo in apprensione la coppia Bassani – Beretta. La partita e’ combattuta, in equilibrio sino a quando a 24” dalla prima sirena Cacciani entra in scena con la specialita’ della casa, tripla e +4. Primo riposo con Saronno avanti 23-19.

Il secondo quarto inizia in sordina e per 2’ non segna nessuno e quando il match si riaccende e’ Tavola da tre che pareggia. Qualche minuto in equilibrio e poi al 18’ arriva il break di Saronno con Petrosino e tripla di Leva per il 38-30. Mancano 90” al riposo lungo e basta un cenno per Coach Tritto e Zambelli & Co allungano la difesa recuperano due palloni e contro break 0-8 e tutti negli spogliatoi sul 38 pari.

Le squadre tornano in campo tese ed il gioco diventa molto frammentato. NPO GORDON difende benissimo, Saronno perde smalto nel gioco e la strada del canestro e nei primi 6’ segna solo 3 punti dalla lunetta mentre Olginate minuto dopo minuto accumula vantaggio e al 27’ sul canestro di Bassani il tabellone segna 45-55. Purtroppo in questa fase Olginate spreca importanti possessi e non riesce ad allungare maggiormente ed allora bastano due attacchi fatti con superficialita’ per offrire agli avversari due comode giocate che Minoli e Cacciani concretizzano con la doppia tripla aprendo un pesantissimo break e al 30’ segnano il sorpasso sul 56-55.
Nel frattempo le poche rotazioni NPO portano i giocatori ad accumulare falli e stanchezza ed in previsione di un arrivo in volata potrebbe essere preoccupante. 

Si torna in campo e come se niente fosse Milan martella da 3 , lo imita Casati da 2 e nuovo allungo 56-60. Da qui in poi la partita diventa una sfida a scacchi mossa contro mossa, canestro contro canestro ed il tabellone dice sempre pari. Al 38’ il primo colpo di scena, dopo continue lamentele dei locali gli arbitri fischiano il dubbioso 5 fallo di Milan. Palla a Minoli che centra dalla lunga per il 71-67.

Sembra finita ma, gli stoici olginatesi non mollano, Tavola va in lunetta (9/9 per lui) e accorcia 71-69. Sul ribaltamento Leva sbaglia riparte Zambelli con Meregalli che esce dal blocco si alza segna da 3 per il sorpasso ma i grigi annullano per presunto passi. Mancano 20” al termine, non resta che buttarsi sulla roulette del fallo tattico (Bassani che commette il 5 fallo) e se la giocano Gurioli contro Zambelli. Il saronnese ne mette 1 su 4 mentre Zambelli fa 3/4 (dopo aver fatto 10/10) ed e’ supplementare 72-72.

Al supplementare NPO rimane in partita ancora per 3’ sul 77-76 quando anche Beretta e Casati lasciano il campo per il 5 fallo e a quel punto ci pensa Cacciani a segnare da tre E +4. Nelle ultime azioni Olginate deve schierare 5 piccoli di cui i due under Colombo e Valsecchi e non riesce piu’ ad arginare le folate degli avversari e ripone le armi dopo una piu’ che onorevole partita in cui ha dimotrato tutto il suo valore e nonostante le assenze ed il momento di emergenza ha anche dimostrato di poter vincere nei 40’ regolamentari. Si torna sul lago con un po’ di amarezza ma tanta consapevolezza che ci divertitremo ancora.

Sabato prossimo al PalaRavasio arrivera’ Casarote Sempione alla ricerca della prima vittoria.

Tabellini:

IMO SARONNO - NPO GORDON OLGINATE: 87 – 80 dts (23-19; 39-38; 72-72)

IMO SARONNO: Pasinato ne, Belotti 9, Minoli 12, Lanzani, Cacciani 16, Leva (Cap) 4, Gurioli 18, Aceti ne, Guffanti 17, Petrosino 11, All. Paolo Piazza

NPO GORDON OLGINATE: Zambelli 14, Valsecchi , Meregalli 18, Tavola 16, Casati Luca (Cap) 2, Bassani 22, Beretta , Milan 8, Riva ne, Colombo, All. Tritto Antonio

Arbitri: Sigg. Sironi Matteo di Milano; Bavera Michel di Desio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento