menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olginate, altra sconfitta: il Sondrio passa in casa tua

Decisiva la doppietta del valtellinese Spezziale, che ribalta l'iniziale vantaggio firmato da Bianchimano

E’ sicuro. Se oggi la prima squadra dell’Olginatese andasse a Lourdes, troverebbe chiuso. Altrimenti non si potrebbe spiegare come si possa perdere una gara come quella di oggi, dominata sul piano del gioco e delle occasioni, e persa 2-1 contro il Sondrio per un calcio di punizione e un contropiede. Scaramanzia a parte, il risultato è bugiardo che più bugiardo non si può. Ma onore e merito agli ospiti che grazie alle parate del loro portiere e all’abilità di Mirco Speziale, hanno portato a casa i tre punti.

Mister Fabio Corti deve fare i conti con una rosa falcidiata dagli infortuni negli uomini d’esperienza e può affidarsi a soli quattro over 20. Quindi sette undicesimi della formazione titolare ha meno di venti anni. Ma anche se la prima occasione della gara è per il Sondrio con lo specialista dei calci piazzati Speziale che mette di poco alto al 3′, il pallino del gioco è sempre in mano all’Olginatese. All’11 Bianchimano calcia dal limite dell’area dopo una corta respinta della difesa e obbliga Fascendini all’intervento in due tempi. E’ il preludio del vantaggio con un’azione di contropiede che parte da Farina, passa per il cross di Greco e finisce con l’inzuccata proprio di Bianchimano per il primo gol in Serie D della sua giovane carriera (è un ’96): 1-0. Al 15′ un errore della retroguardia permette al Sondrio di rendersi pericoloso in attacco, ma alla fine è Sordi in uscita a risolvere la situazione. Al 24′ Greco ci prova con il tiro da lontano, ma la palla è alta. Mentre ancora Greco al 26′ serve al centro area Bianchimano che viene anticipato all’ultimo secondo da un’uscita coraggiosa di Fascendini che travolge pure il suo difensore.

Nel secondo tempo il Sondrio si presenta in campo bene per i primi 10 minuti, ma poi è nuovamente l’Olginatese a prendere in mano le redini del gioco. E all’11′ ancora Fascendini fa il miracolo sulla punizione a due calciata da Cattaneo, deviando un pallone rimpallato dalla difesa, sulla respinta c’è Formigoni che in leggero ritardo svirgola a due passi dalla porta. La gara è saldamente in mano ai padroni di casa. Poi al 30′ Bono commette l’unica ingenuità della sua gara facendo fallo al limite dell’area. Questa volta Speziale non sbaglia: 1-1. I padroni di casa non ci stanno e premono sull’acceleratore. Al 34′ Di Fiore mette Merlo (subentrato a Formigoni) solo davanti a Fascendini, ma l’attaccante sbaglia il più facile dei gol. Passano due minuti e Beccalli (anche lui entrato al posto di Bianchimano) calcia dal limite colpendo il palo a portiere battuto. Ed ecco la beffa. Contropiede del Sondrio al 39′, Speziale taglia alle spalle della difesa, calcia in porta, Sordi in uscita devia, ma non trattiene e la palla finisce in rete: 1-2.

Finisce 2-1 per il Sondrio una gara impossibile dal perdere per l’Olginatese. Mai in sedici anni di Serie D si era assistito a un campionato così stregato in casa bianconera.

OLGINATESE: 1

SONDRIO: 2

MARCATORI: 13′ pt Bianchimano (O), 30′ st, 39′ st Speziale (S).

OLGINATESE: Sordi, Corti, Menegazzo, Mara, Cattaneo, Bono, Di Fiore, Formigoni (dal 31′ st Merlo), Bianchimano (dal 25′ st Beccalli), Greco, Farina. All. Corti.

SONDRIO: Fascendini, Secchi, Frigerio, Colombo (dal 22′ st Bertolini), Bongio (dal 10′ st Poncetta), Locatelli (dal 39′ st Fiorina), Turati, Brandi, Speziali, Speziale, Spaggiari. All. Bertolini.

ARBITRO: Scaramuzzo di Locri.

AMMONITI: Mara, Bono, Greco (O), Bongio, Speziali, Spaggiari (S).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento