menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con una prestazione tutto cuore Np Olginate Gordon piega Milano 3 per 81 a 73

Sul campo neutro di Crema, NPO Gordon Olginate dimostra tutta la sua capacità di non mollare mai e di metterci il consueto "Cuore".

Npo Gordon Olginate - Milano 3: 81 – 73 (14-25; 34-43; 51-60)

NPO Gordon Olginate: Zambelli 10, Penci 3, Verlato, Tavola 7, Casati Luca ( K ) 2, Lanzani 2, Beretta 16, Riva 15, Casati Andrea 2, Casati Simone 24. All. Casati Luca (K)

Milano 3: Delmenico, Tandoi 16, Giocondo ne, Iacono 21, Anzivino 11, Mori 2, Colombo 15, Picco (K) 2, Soresina 6, Delgiorgio. All. Pugliese Sandro

Arbitri: Sig. Maccarana Stefano di Gussago (BS), Sig. Martinelli Marcello di Brescia

Olginate soffre per 20’ la precisione degli avversari, poi si assesta e difende come nelle migliori partite cambiando l’inerzia del match e sul piu’ bello sferra la mazzata che abbatte anche la forte Milano 3 infliggendogli nell’ultimo quarto un 30-13 che li fa crollare definitivamente. Per la terza partita NPO GORDON si presenta con il coach di scorta Luca Casati e si schiera con il solito quintetto mentre coach Pugliese deve rinunciare a Giocondo in panchina ma infortunato.

Sin dalle prime azioni si comprende tutto il valore di Milano 3 (seconda in classifica), mentre Olginate continua il momento no al tiro con le pessime percentuali registrate a Gazzada. Di conseguenza Milano 3 prende il sopravvento grazie alla precisione di Tandoi con un perentorio 5/7 al tiro nella prima frazione e di un ispirato Iacono che mette a segno 11 punti (3/4 da tre) compresa la tripla di tabella sulla sirena con il primo parziale 14-25 per i milanesi che tirano con il 61% dal campo contro il 35% dei lecchesi ed un avvio costruito su tanta velocità mentre NPO subisce i raddoppi pasticciando ad ogni azione.

Il secondo quarto inizia al rallentatore con pochi centri per 4' per poi sbloccarsi di colpo quando Tavola trova due buoni canestri ben contrapposti dal solito Iacono e dai 9 punti nella frazione di Colombo per il massimo vantaggio ospite del +13. Sul finale di tempo i lecchesi reagiscono e con la tripla di Penci si ricuce lo strappo fino al -6 del 17’. Ma bastano due disattenzioni in difesa e Colombo non perdona e la sua tripla chiude il primo tempo sul +9 per il 34-43. Per la cronaca Iacono è già a quota 16 punti con un magistrale 19 di valutazione, una spina nel fianco GORDON.

Negli spogliatoi NPO decide di cambiare registro soprattutto in difesa cambiando le marcature e mettendo Andrea Casati a francobollare Iacono. Alzando l’intensita’ difensiva ne giova anche l’attacco e Riva mette a segno 5 punti e finalmente arriva il canestro di Cash (Andrea Casati) che con una penetrazione da urlo regala ai suoi il 41-45 al 23'. La partita si accende e si inizia a capire che puo’ accadere di tutto. Tandoi risponde, ma sarà un lampo isolato, in quanto Beretta realizza 2 punti ed il libero addizionale porta NPO ad un possesso al 25’ - 44-47 e parziale di 10-4. Iacono, sotto l’asfissiante marcatura di Andrea Casati, esce dalla partita e perde la via del canestro e quando commette sfondamento sullo stesso difensore Olginate per ben 3 volte ha la possibilità dell’aggancio che non avviene per banali errori in attacco permettendo agli avversari di ancorarsi ad un prezioso Azivino per fuggire nuovamente e chiudere il 3 quarto su un rassicurante 51-60.

Ma oramai NPO GORDON sente l’odore della preda e non vuole farsela scappare. Prima ci pensa Beretta (16 punti, 17 rimbalzi e 34 di valutazione per lui) e poi quando Simone Casati prende le redini del comando (dopo 30’ anonimi) diventando incontenibile per i milanesi che lo rincorrono braccandolo, ma lui spara da ogni posizione e dopo 100” Olginate passa a condurre sul 61-60. Nemmeno un incomprensibile fallo su Tavola ferma la trance agonistica NPO che allunga sul +4.

Coach Pugliese vede i suoi in difficoltà e decide di schierarli a zona ma i bianco blu sono spietati e la coppia Zambelli/Tavola colpiscono da 3 tramortendo la compagine milanese per un pesantissimo 72-64 del 36' che risulta decisivo e con un 21-4 la partita e’ in ghiaccio. Iacono tenta di divincolarsi e riaccendere la luce ma oramai NPO è troppo carica per mollare la preda e porta a termine un quarto fantastico con un parziale di 30-13 e con Simone Casati capace di realizzare 14 punti in 10’

Alla fine NPO GORDON mette nel sacco un'altra squadra illustre e si prepara per tornare a giocare sul suo PalRavasio dove sabato prossimo 20 dicembre – ore 21,00 incontrera’ Valceresio.

Così Coach Tritto a fine partita: “Nel primo tempo non c’eravamo e loro hanno trovato ottime percentuali al tiro, nel secondo tempo abbiamo migliorato la difesa senza piu’ concedere canestri facili e abbiamo attaccato meglio vincendo meritatamente. Andrea Casati e’ riuscito a bloccare Iacono che era la fonte del gioco di Milano 3, mentre Simone Casati quando e’ entrato in gas e’ diventato incontenibile. Mi e’ piaciuto vedere che la squadra non si sia lasciata andare nei momenti di difficolta’, anzi ha saputo reagire con determinazione. Un a citazione per l’MVP Beretta che ha giocato una prestazione fantastica"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento