menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olginatese, contro il Ciliverghe uno sterile dominio

Tante le occasioni sprecate dai bianconeri, che rinviano l'appuntamento con la prima vittoria

Non sono bastate cinque clamorose occasioni per battere il Ciliverghe. I problemi in fase realizzativa dell’Olginatese oggi si sono visti in tutto e per tutto nonostante una prestazione pressoché perfetta se si esclude il momento di concludere in porta (che nel calcio un certo valore ce l’ha…). Prima il palo di Davide Di Fiore, poi il colpo di testa di Nicolò Facconi (comunque il migliore in campo), infine la doppia occasione di Luca Cabrini inframezzata dal tiro salvato sulla linea di Luca Merlo. Ma la palla non è voluta entrare. E la classifica langue. C’è da salvare comunque un’altra gara senza subire gol e soprattutto un sistema di gioco che funziona fin dentro l’area di rigore degli avversari. Poi si spengono le luci. E il pallone esce.

Mister Alessio Dionisi sceglie di scendere in campo con il solito 3-5-2 mettendo Laribi in mezzo alla difesa per l’acciaccato Ronchetti. Al 16′ la prima delle quattro palle gol della gara. Cabrini inventa, serve un assist nell’area piccola a Di Fiore che calcia a botta sicura e portiere battuto, direttamente sul palo interno, la palla rimbalza, costeggia la linea di porta ed esce dall’altra parte. Al 22′ l’unico tiro in porta del Ciliverghe in tutta la gara con Mauri che gira direttamente tra le braccia di Sordi. Al 23′ Greco ci prova da fuori e l’incerto Lazzarini è costretto a mettere in angolo. Al 28′ tocca a Laribi, tornato in cabina di regia, provarci da lontano, ma il tiro è troppo centrale. A cinque minuti dal termine Carobbio prova a calciare da fuori area, ma la palla esce sul fondo. All’ultimo minuto prima dell’intervallo ancora Cabrini riesce a trovare lo spazio per il tiro, ma la conclusione è alta.

Il secondo tempo si apre con l’occasione di cui parlavamo prima capitata all’ottimo Facconi. E’ il 5′, cross di Corti, Facconi taglia in area, fa a incocciare di testa nell’area piccola, ma sfiora soltanto mettendo a lato. La musica non cambia. Una sola squadra in campo, ma incapace di finalizzare. All’8′ punizione di Cabrini che non ha fortuna. L’incontenibile Cabrini al 19′ ci riprova ancora da fuori area e per poco Lazzarini non combina la frittata facendosi sfuggire la sfera che finisce in angolo. Dal corner c’è il colpo di testa di Cattaneo che finisce alto. Di Fiore ci riprova al 21′, ma la conclusione esce di poco. Al 28′ Bono mette al centro un pallone che Cabrini deve solo mettere in porta di piatto, ma spara altissimo da eccellente posizione. C’è spazio pure per il neoentrato Merlo che si libera in area, calcia a rete, il portiere non trattiene e la difesa spazza prima che la palla possa entrare. Al 41′ il cross è di Facconi, questa volta il numero 10 bianconero si tuffa di testa angolando l’impatto e da pochi passi spedisce fuori.

Finisce 0-0 una partita che era solo da vincere per le occasioni create. Domenica prossima turno di riposo.

CILIVERGHE 0 - 0 OLGINATESE

CILIVERGHE: Lazzarini, Rossi, Bersi, Gjonaj, Andriani, Tacchinardi, Capelli (dal 41′ st Musatti), Ligarotti, De Angelis (dal 33′ st Mucchetti), Carobbio, Mauri (dal 24′ st Dosso). All. Sonzogni.

OLGINATESE: Sordi, Facconi, Corti, Cattaneo, Mara, Laribi (dal 16′ st Ronchetti), Di Fiore, Bono, Farina (dal 27′ st Merlo), Cabrini, Greco. All. Dionisi.

ARBITRO: Rutella di Enna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento