menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olympia-Polimedical, Paez a un soffio dalla vittoria alla Volcat Spagna

Grande seconda posizione per il colombiano, giunto a tre secondi dal vincitore di tappa

Dopo la terza ed ultima tappa di oggi, un percorso di 42 km ed 800m di dislivello, è Leonardo Paez del Team Olympia-POLIMEDICAL a scrivere il proprio nome sull'albo d'oro della Volcat di Spagna, edizione 2016.
42 km full gas, terminati dal colombiano in 1:27:22 in seconda posizione a soli 3 secondi dal vincitore di tappa,14° l'Highlander della MTB italiana Marzio Deho e 17^ posizione per Pietro Sarai.
“Avrei potuto tentare la terza vittoria consecutiva, ma non ho voluto rischiare nulla visto il vantaggio guadagnato nelle tappe precedenti - racconta Leonardo Paez al suo arrivo – Ci sono stati alcuni tratti molto tecnici, simili a dei Rock Garden nell'XCO, un percorso molto bello dove mi sono sentito bene ed a mio agio con la mia Olympia IRON 29; un buon test considerato che domani parto per l'Argentina per partecipare al campionato panamericano”.

“Sono molto soddisfatta della prestazione dell'intero team, che ha dimostrato di farsi valere anche in ambito internazionale, una squadra ben amalgamata e con tutte le caratteristiche per poter garantire ottimi risultati. Ringrazio il nostro prezioso fisioterapista Emiliano Carro, Marc e Sam Soler del team Olympia Factory team Spagna, per il gentile supporto meccanico offerto ai nostri ragazzi e la Cicli Olympia per gli ottimi e performanti mezzi messi a disposizione dei nostri atleti” – ha dichiarato Loredana Manzoni, Presidente del Team Olympia-POLIMEDICAL.


“E’ stata una bella gara e un’esperienza positiva con percorsi molto tecnici tutti da guidare”. – ha dichiarato Marzio Deho. Anche Pietro Sarai ha commentato positivamente l'esperienza spagnola: “Mi sento bene, speravo di guadagnare qualche posizione in più in classifica per entrare anche io nella Top 10, ma comunque la condizione è buona, confido in buoni risultati futuri”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento