menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I quattro in azione durante delle scalate (ragnilecco.com)

I quattro in azione durante delle scalate (ragnilecco.com)

Ragni Lecco, quattro nuovi "Maglioni Rossi" entrano a far parte del gruppo

Il varesino David Bacci, del valmadrerese Dimitri Anghileri, del premanese Andrea Ratti e di Marco Maggioni, di Paderno Dugnano, sono i nuovi "acquisti"

Anche quest’anno un poker di giovani scalatori è entrato a far parte dei Ragni Lecco, il gruppo di scalatori più famoso del Mondo: si tratta del varesino David Bacci, del valmadrerese Dimitri Anghileri, del premanese Andrea Ratti e di Marco Maggioni, di Paderno Dugnano, che sono ufficialmente dei "Maglioni Rossi".
La comunicazione è arrivata dal sito ufficiale ragnilecco.com, dove sono state allegate anche le schede di ogni entrante.

David ha poco più di 30 anni ed è una “vecchia” conoscenza dei Ragni, fedele compagno di molte scorribande alpine ed extraeuropee di Matteo Della Bordella, con il quale è stato protagonista, poche settimane fa, della prima ripetizione della via Ferrari-Meles al Fitz Roy (pochi giorni dopo aver salito la via dei ragni al Torre). Ma tutto il suo curriculum 2015 è da rimanere a bocca aperta. 

Dimitri (classe 1988) ha frequentato il corso roccia dei Ragni nel 2013 e dal giorno fu imbarcato dal Presidente Palma prima e poi da Matteo Piccardi nel progetto voluto da Palma, Academy, e da allora non si è più slegato dalla cordata dei Maglioni Rossi, partecipando come aiuto istruttore ai corsi di alpinismo e arrampicando con tanti nostri soci dalle Grigne alla Val di Mello e dal Briancon al Ratikon, passando per il Wenden. In questi giorni è impegnato con Luca Schiera e Simone Pedeferri nell’apertura di una nuova via su una misteriosa e superstrapiombante parete.

Il 25enne Marco Maggioni è una “scoperta” sempre del Presidente Palma che intuì in lui, giovanissimo ma già campione e professionista di nuoto agonistico, un vero talento in divenire; entrato a far parte dell’Academy dei Ragni con un 6c a vista raggiunto in pochi mesi dagli inizi, ha anche lui ha un buon curriculum di salite su roccia nelle Alpi Centrali, nel Ratikon e in Dolomiti. Qualche mese fa è stato compagno del globetrotter Pedeferri e di Paolino Marazzi sulla big wall messicana di El Salto.

Andrea Ratti è il più “sportivo” del quartetto. E’ nato nel 1991 e ha cominciato a scalare all’età di 11 anni, dedicandosi molto presto alle competizioni, dove ha raggiunto ottimi risultati, partecipando a numerose gare a livello europeo con la nazionale giovanile. La sua grande passione è la scalata in falesia, dove ha accumulato una sfilza di tiri sopra il grado 8, compresi quattro 8c. Anche nel boulder, ovviamente, ha qualcosa da dire…Vecchie volpi della roccia come Marco Vago e Simone Pedeferri lo hanno visto fin dai primi, già poderosi, passi sulla roccia e nelle gare.

Ecco il commento di Palma: “Quando fui eletto enunciai cinque punti cardini di un programma che volevo perseguire, e dopo un anno mi resi conto che il più difficile era proprio quello di avviare anche un ricambio generazionale, scoprendo ragazzi forti, capaci di far gruppo, e motivati. Così mi inventai l’Academy, e motivai anche molti del gruppo, in primis Piccardi, Della Bordella, Schiera, Pedeferri, Bernasconi, Ongaro, Spini, Carnati, a segnalarmi giovani che avessero le caratteristiche da Ragno, non ultima (anzi) la consapevolezza di far parte di un gruppo leggendario, e di sapersi legare non solo in cordata, ma anche sul piano umano. Persone intelligenti, oltre che possibili grandi scalatori e alpinisti, e dotate di naturale empatia. Ora in due anni ne sono entrati ben 8, dire che sono e siamo felici non rende esattamente l’idea”.

"A tutti loro va il benvenuto del Gruppo Ragni e un augurio di grandi soddisfazioni sulle pareti e le montagne del mondo!", il messaggio apparso a fine comunicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento