menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuoto: Rusconi lascia una carriera di successi per lo studio

L'atleta della Canottieri Lecco, specialista delle lunghe distanze in acque libere, punta a un futuro da allenatore.

Uno dei nuotatori più vincenti degli ultimi anni nel nostro territorio appende la cuffietta al chiodo.

Federico Rusconi, 24 anni, lascia dopo tredici stagioni agonistiche, di cui le prime quattro con la maglia della Lecco Sport e le restanti in Canottieri. Il suo palmarès parla da solo. Solo per restare alle acque libere: cinque Traversate Onno-Mandello, numerosi successi alla Lecco-Malgrate e alla Bellagio-Lierna, il Giro di Piona, la Ocean Men nel Lago d'Orta.

«È stata una scelta abbastanza sofferta - spiega - Era più di un anno che pensavo a quando sarebbe stato, e come sarebbe stato il ritiro. Ho preso questa decisione adesso, per vari motivi: in primis per la scuola, perché sto per conseguire la laurea triennale in Ingegneria della produzione industriale al Politecnico di Lecco. La mia intenzione è proseguire gli studi e come impegno diventerà molto gravoso, dunque conciliarlo con almeno sei allenamenti a settimana sarebbe difficile. Ho anche un po' perso gli stimoli».

Per Rusconi potrebbe esserci un futuro da allenatore. «Restare nel mondo del nuoto sarebbe un sogno per me, perchè comunque lo amo, e farlo in Canottieri Lecco, con cui ho gareggiato per tanti anni, sarebbe la mia aspirazione, a fianco del mio tecnico e amico Maurizio Pompele. Di certo, una volta a settimana, allenerò i ragazzi dell'associazione Oltretutto 97: ho già provato come accompagnatore lo scorso anno e mi è piaciuto».

Cosa resterà a Federico, di questi tredici anni di competizioni e successi? «Il ricordo più bello è legato all'estate del 2013, a Roma - continua - dove conquistai il bronzo italiano nei 400 stile libero e il titolo tricolore con la 4x200 di categoria per quanto riguarda le gare in vasca. Per le acque libere, faccio fatica a trovarne una che mi abbia dato più emozioni delle altre, è la mia passione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento