menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sarah Fumagalli

Sarah Fumagalli

Sarah Fumagalli protagonista al Mondiale IronMan 70.3

Sarah Fumagalli, a Mont Tremblant, in Canada, ha tenuto alti i colori della 3Life e di tutto il triathlon italiano.

Sarah Fumagalli ha tenuto alti i colori della 3Life e di tutto il triathlon italiano, a Mont Tremblant, in Canada, dove domenica ha preso parte al Mondiale IronMan 70.3 al quale si era qualificata grazie all'ottima prestazione di quattro mesi fa a Maiorca, dove chiuse la sua gara in 5:44.58.

Stavolta le cose sono andate persino meglio per la giovane lecchese, capace di tagliare il traguardo in 5:42.11 dopo 1,9 km a nuoto, 90 km in bicicletta e 21 a piedi.

"Mi sono ritrovata al Mondiale Ironman 70.3 sinceramente un po' per caso - Sottolinea Fumagalli - ma ho lavorato tanto e sono arrivata a Mont Tremblant sapendo di essere pronta per la gara. Mi sono sempre allenata bene quest'estate, ma il pensiero di essere al Mondiale era motivo di agitazione. Posto divino e paesaggi da favola, un intero paese organizzato per far stare al meglio ogni atleta, qualcosa di unico".

Sarah chiude al 75° posto di categoria tra le W25-29, completando la prima frazione in 39.19, la seconda in 3:00.08 e la terza in 1:53.26: "la gara è stata piena di emozioni. Per quanto mi riguarda ho fatto ben oltre quello che mi aspettavo di fare: una frazione nuoto in miglioramento anche se resta sempre il mio cruccio, una fantastica frazione bike nonostante il percorso fosse tosto dato il perenne
saliscendi, e una frazione run dura ma bella, gestita bene godendomi ogni singolo metro, spinta sia dalla tanta gente attorno intenta a fare un tifo scatenato che dalla consapevolezza che da casa in molti mi stavano seguendo".

Una prestazione, ma soprattutto un'esperienza indimenticabile, frutto del duro lavoro in allenamento e di tanti sacrifici come precisa Sarah: "questa giornata resterà per sempre impressa nella mia vita. Emozioni e sensazioni da restar senza parole, tutto perfetto e tanta tanta soddisfazione. Tanto lavoro con coach Claudio e tanti sacrifici è vero, ma anche tanto tantissimo divertimento con tutta la
Threelife Triathlon e un'immensa passione, mi hanno portato col sorriso sotto il traguardo soddisfatta, immensamente felice ed emozionata. Grazie a tutti quelli che mi hanno pensato e accompagnato".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento