menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le foto dell'evento

Le foto dell'evento

Sci Fondo: Lecco a nozze nel campionato ANA

Successi lecchesi nel campionato "ANA" dello sci di fondo.

Barzio, Piani di Bobbio e Valtorta. Un campionato nazionale di successo, 
la soddisfazione del presidente sezionale Marco Magni, i 4 podi di 
Gianfranco Polvara, Natalino Arrigoni, Alessio Invernizzi e Oriano 
Devizzi e il 4° posto conquistato dalla Sezione di Lecco.

Le pronosticate avverse condizioni meteorologiche non hanno scoraggiato 
gli oltre 300 alpini, che nel corso della mattinata hanno onorato il 
campionato nazionale delle penne nere, organizzato lungo la Pista dei 
Rododendri, a 1700 metri di quota.

A distinguersi, per la Sezione di Lecco, Gianfranco Polvara (gruppo 
alpini di Barzio), vincitore del titolo nazionale nella categoria B1, le 
piazze d'onore conquistate da Natalino Arrigoni (gruppo alpini di 
Barzio) nella B2 e da Alessio Invernizzi (gruppo alpini di Cremeno) 
nella A1 e il bronzo guadagnato nella A5 da Oriano Invernizzi (gruppo 
alpini di Cremeno). Ma è grazie ai tutti i piazzamenti degli atleti 
della Sezione, che Lecco sfiora il podio riservato alle squadre, 
giungendo 4^, alle spalle solo delle sezioni di Bergamo, Trento e Sondrio.

Il vincitore assoluto del titolo nazionale ANA sulla distanza maggiore 
(15 km) è Francesco Rossi della Sezione di Sondrio, su Richard 
Tiraboschi (Sezione di Bergamo) e Matteo Radovan (Sezione di Trento).

Consegnato un riconoscimento al più giovane alpino in gara, Federico 
Rampazzo (Asiago, classe 1988) e al più anziano, Rossi Renato (Biella, 
classe 1931).

Nel corso delle premiazioni, al cospetto dell'assessore regionale allo 
sport Antonio Rossi, ai consiglieri nazionali ANA, Onorio Miotto e 
Mariano Spreafico, agli operosi consiglieri della sezione di Lecco e al 
Sindaco di Barzio, ricordata l'alpina valdostana, fondista e guida 
alpina, Simona Hosquet, da poco scomparsa sulle montagne della Valle 
d'Aosta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento