menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lecco invasa dagli ScigaMatti! Le foto della corsa più pazza della città

Gara competitiva, percorso da 12 chilometri o da otto: ancora una volta la gara è stata una festa per tutta la città

Ancora una volta, la ScigaMATT è stata ancora una volta una festa, più che una gara. Un festival del colore e della fatica fatta con il sorriso sulle labbra; una non competizione tra cittadini lecchesi e arrivati da fuori città per prendere parte a un'iniziativa unica nel suo genere: una corsa a (maxi) ostacoli dislocata tra centro città e zona impervia, figlia di una location talmente varia da poter offrire centinaia di spunti diversi e per la gran parte naturali da far divenire le varie prove da superare. In campo anche i volontari AVIS, posizionati in piazza Cermenati e armati di piccole pistole ad acqua nei pressi della piramide di palle di fieno.

In tantissimi, ben più di ottocento, si sono cimentate in tre specialità: la "verde" (12km) e la gara competitiva del circuito OCR MadRun Italia erano articolate sul nuovo percorso di gara, per la prima volta a giro unico e rivisitato, mentre la "blu", la ScigaMiniMATT era articolata sul classico tracciato da 8km, comunque denso di ostacoli da superare. Come detto, è stata una festa a tutto tondo, ben organizzata sin nei dettagli. Per il 2019 accetterai la sfida?

ScigaMATTI! La partenza della corsa più pazza di Lecco 

Trionfano Depedri e Rodriguez Reina

A vincere la gara del circuito MudRun è stato Raffaele Depedri (58'21"), davanti a Claudio Macchiavello (58'51") e Giacomo Maffei (59'30"). Tra le donne successo di Rocio Rodriguez Reina (1h12"41") davanti a Righerta Kadija (1h13'39") e Laura Bellomi (01h13'52").

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento