menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei tanti ostacoli sul percorso di gara (Foto LeccoToday)

Uno dei tanti ostacoli sul percorso di gara (Foto LeccoToday)

Milleduecento ScigaMatti per le vie della città: colore e fatica per la corsa più pazza di Lecco

A vincere sono stati Raffaele Depredi (bis con il 2018) e Paola Bardellini

Una numerosissima folla colorata ha invaso la città di Lecco per la settima edizione della ScigaMatt, la corsa più pazza della città. Atleti in corsa per la ScigaMud, la "competitiva", e per la classica ScigaMatt hanno percorso i tracciati da sette e undici chilometri disegnati dagli organizzatori, capeggiati in sede di speakeraggio da uno scatenato, seppur zoppicante causa piede rotto, Mauro Gattinoni.

Circa milleduecento i runner (173 per la ScigaMud, 557 per la ScigaMatt e 334 per la ScigaMini) che hanno preso il via da piazza Garibaldi e hanno affrontato i 32 ostacoli della gara lunga: tra i tanti travestimenti fantasiosi (chi ha emulato la celebre Greta Thunberg, chi ha richiamato gli Avengers, solo per fare due esempi) hanno spiccato quelli in "salsa" femminile dell'assessore allo sport Roberto Nigriello e del consigliere leghista Giovanni Colombo, appaiati dal primo all'ultimo chilometro. Ad assistere alla gara anche il sindaco Virginio Brivio e vari rappresentanti dell'Amministrazione comunale.

Scigamatt 2019: le classifiche

Encomiabile anche il lavoro dei volontari, che hanno incitato ogni atleta passato dalle loro parti nel corso della prova di fatica: non da sottovalutare, infatti, anche l'aspetto atletico oltre a quello puramente ludico della manifestazione.

Vecchi e nuovi ostacoli

Alle ore 15 ha preso il via la ScigaMud, gara competitiva valevole per il Campionato Italiano OCR: circa duecento atleti, divisi in tre batterie di partenza, hanno percorso il tracciato e superato gli ostacoli, tra cui quello inedito del tratto a nuovo all'interno della Canottieri. Tanti anche gli ostacoli "celebri", come quello della catene da portare in spalla, la corda da salire al Vallo delle Mura e la rete da scalare alla chiesa di Acquate e il Caldone da guadare, o nuovi di zecca, come il legno da trasportare alla Madonna di Lourdes, il muro da salire all'arrivo con i pioli.

Scuole e Scigamatt, traffico in tilt a Lecco: «Viabilità gestita in modo superficiale»

Depredi fa il bis, Bardelli per la corsa rosa

A vincere è stato, per il secondo anno consecutivo, Raffaele Depredi (1h00'54"), seguito da Alessandro Colletta (1h01'14") e Loris Pintarelli (1h01'21"). Nella corsa in rosa si è imposta Paola Bardellini (1h42'29"), seconda è giunta Carol Zenga (1h42'41"), terza Francesca Dambruoso (1h49'21").

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento