menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio Lecco. "Rigamonti-Ceppi", al via i lavori per la posa nel nuovo manto in erba sintetica

I lavori saranno eseguiti dalla Sofisport e costeranno a Di Nunno oltre seicentomila euro, IVA compresa

Sono iniziati a mezzogiorno i lavori di posa del manto sintetico allo stadio “Rigamonti-Ceppi” di Lecco. La ruspa ha iniziato a lavorare simbolicamente al centro del campo: di fatto, questa mattina è stata tracciata una profonda linea di demarcazione tra passato, presente e futuro. Il vecchio manto erboso in erba naturale lascerà il posto al moderno terreno in erba creata artificialmente, anche se sarà forte la componente naturale che sarà utilizzata per gli intasi. La sala stampa ha accolto un gran numero di persone, tra cui è, ovviamente, spiccata la presenza del presidente Paolo Di Nunno; presente anche il neotecnico Marco Gaburro, che è stato accompagnato dal futuro staff: tutti si sono incontrati con il pres dopo la conferenza stampa per definire il nuovo ingaggio in bluceleste.

Tornando alla questione campo, è Roberto Nusca, Amministratore di Sofisport Srl, azienda che eseguirà i lavori per i prossimi settanta giorni circa, a spiegarli in ambito tecnico: «Questo tipo di campo è utilizzato anche in Serie A per le strutture d’allenamento ed è composto da un filo a ritorno di memoria riciclabile, che azzera i costi di futuro smaltimento; gli intasi sono al 100% naturali (sabbia vegetale, fibre di cocco, tutolo di mais e sughero) e permettono di drenare fino a 500mm di acqua piovana, un’infinità. E’ un campo che vanta tre brevetti mondiali ed è di ultimissima generazione. La sensazione provata dal giocatore è la medesima di quella provata su un campo in erba naturale. Il processo di conversione del manto è reversibile: se il presidente Di Nunno volesse, un giorno si potrebbe tornare all’erba naturale nel giro di sessanta giorni. Di sicuro va apprezzato per la sua lungimiranza».

Il costo dell’operazione, com’è noto, è di 517.518,75 euro (più iva, totale 631.372,87 euro)decisamente oneroso per le tasche di Di Nunno: l’investimento permetterà di trasferire in città anche la sede degli allenamenti e di varie gare dei giovani blucelesti; un passo in avanti non da poco, che dovrebbe porre fine agli annosi problemi infrastrutturali.

Foto e dichiarazioni dei protagonisti su www.leccochannelnews.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento