Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport Piazza Armando Diaz, 1

Obiettivo Tricolore: la staffetta paralimpica parte da Lecco

Appuntamento in piazza Cermenati per due eventi dedicati alla promozione dei valori dello sport: il capoluogo sarà grande protagonista della staffetta ideata da Alex Zanardi e Obiettivo3

Due importanti giornate di sport dedicate al mondo paralimpico: Lecco sarà grande protagonista della staffetta Obiettivo Tricolore ideata da Alex Zanardi e Obiettivo3, che dal 4 al 25 luglio attraverserà l’Italia intera, da nord a sud, con 70 atleti paralimpici che si passeranno il testimone di mano in mano per promuovere i valori veicolati da sport e disabilità in un viaggio lungo 54 tappe.

Due gli appuntamenti che coinvolgeranno la città di Lecco, organnizzati dal Comune in collaborazione con Obiettivo 3, Coni, con Alessandro Bonacina, Asd Oltretutto97, Asd Dinamic Karate, Asd Circolo della Scherma Lecco, Special Olympics Italia e Disabili no limits. Il primo è in programma domenica 4 luglio, quando a partire dalle 11 in piazza Cermenati sarà allestito un villaggio sportivo per far conoscere a tutti da vicino il mondo della sport paralimpico, ma anche per promuovere e reclutare nuove leve. A partire dalle 12 e fino alle 16 infatti sarà possibile provare i mezzi per le discipline paralimpiche, con l’obiettivo di avvicinarsi alla prativa delle varie specialità e, perché no, entrare a far parte del gruppo. Il pomeriggio proseguirà con le esibizioni di scherma in carrozzina alle 16.30 e di karate, alle 17 e si concluderà con il saluto istituzionale del sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e la partecipazione di Giusy Versace.

Il secondo appuntamento vedrà lunedì 5 luglio alle 9.30 la vera e propria partenza della staffetta paralimpica, sempe da piazza Cermenati in direzione Madonna del Ghisallo.

"Testimonianza di poter raggiungere traguardi inimmaginabili"

"Lo sport è in grado di trasmettere alcuni valori trasversali e fondanti per la vita di ciascuno di noi: in particolare, ci insegna a porci degli obiettivi e a superare gli ostacoli spesso rappresentati dai nostri limiti - commenta l'assessore all'educazione e sport del Comune di Lecco Emanuele Torri - Lo sport paraolimpico è la testimonianza della possibilità di raggiungere traguardi spesso anche solo difficili da immaginare: tenacia, volontà di migliorarsi, capacità di scoprire e utilizzare al meglio le proprie abilità sono solo alcuni degli insegnamenti che sono importantissimi per tutti noi. Un particolare ringraziamento a Obiettivo 3 per questa opportunità di sensibilizzazione sul rapporto tra sport e disabilità ed anche alle associazioni e realtà sportive lecchesi che parteciperanno all'evento e da anni hanno attivato percorsi sportivi per atleti con disabilità fisica e intellettiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obiettivo Tricolore: la staffetta paralimpica parte da Lecco

LeccoToday è in caricamento