Miriam, goditi la finale: «Un sogno, non svegliatemi. Ora l'ultima battaglia»

La 23enne olginatese commenta a caldo la straordinaria vittoria dell'Italia sulla Cina al Mondiale, un match che l'ha vista grande protagonista. Sabato l'atto decisivo

 

Ha rilasciato le sue prime dichiarazioni a caldo, subito dopo la straordinaria vittoria al tie-break che ha proiettato le azzurre in finale al Mondiale giapponese.

Miriamo Sylla ancora non ci crede: «Mi sembra un sogno, non svegliatemi, vi prego - ha commentato ai microfoni della Fipav - È bellissimo, è stata una partita non combattuta, di più. Avevamo promesso che sarebbe stata avvincente e lo è stata ai massimi livelli. Sia noi che loro non mollavamo un punto».

Sylla trascina le azzurre in finale al Mondiale

Manca soltanto un gradino ora, il più difficile da salire: la finale contro la fortissima Serbia. «Questo sogno lo abbiamo costruito cinque mesi fa, prima di partire per quest'avventura - ha commentao la 23enne olginatese - Un sogno per il quale abbiamo pianto e sofferto, per cui ci siamo fatte anche male. Abbiamo dimostrato di volerlo. Sabato sarà un'altra battaglia, abbiamo qualche sassolino da toglierci con loro (alludendo anche alla sconfitta nel girone, ndr), ad esempio la prima partita dell'Olimpiade di Rio: ci sono tante cose che quest'anno vogliamo prenderci».  Allora vai, Miriam: continua a martellare come tu sai fare. Ancora per una partita.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento