rotate-mobile
Prima edizione / Centro storico / Piazza Giuseppe Garibaldi

Utlac 250, promossa la prima edizione: vincono Peter Kienzl e Marina Plavan

Un percorso splendido, che permette di percorrere il lago di Como nella sua interezza

Si e? conclusa nel fine settimana la prima edizione di Utlac 250, la gara di Endurance Trail del Lago di Como. Una prima edizione all’insegna del bel tempo che ha visto vincitore l’altoatesino Peter Kienzl con 49 ore 34 minuti di tempo. Seguito da un altro altoatesino Alexander Rabastainer con 52 ore e 12 minuti, e da Roberto Maida di Saronno con 61 ore e 22 minuti.

Il podio femminile vede l’intramontabile Marina Plavan - di Torino - con 67 ore e 03 minuti, seguita da Teresa Mustica con 75 ore e 31 minuti, e da Elena Balzarini con 84 ore e 48 minuti.
A Marina Plavan (prima classificata) e Peter Kienzl (primo classificato) e? stato conferito il “Premio Acel” dalle mani di Giorgio Cortella, in rappresentanza di Acel Energie ed Enerxenia.

Un percorso che gli atleti hanno definito all’unisono “bellissimo e con lo specchio del lago sempre sotto i piedi. Vederlo sempre li? sotto e? fantastico, e scenograficamente eccezionale. I sentieri molto belli, non tecnici ma mai banali. Uno dei percorsi piu? belli!”.

Utlac 2022: 250 chilometri di bellezza

Un percorso che ha preso il via alle 20.00 di mercoledi? 11 maggio e che si e? concluso nella giornata di domenica 15 maggio, partendo per Lecco e seguendo il Sentiero del Viandante lungo tutto il Lario Orientale fino a Colico, poi immettendosi nella Via dei Monti Lariani fino a Plesio (con una deviazione per salire sul Monte Bregagno), per poi proseguire fino a Cernobbio passando per il Monte Crocione; infine per i sentieri della dorsale del Triangolo Lariano fino a Bellagio e poi ritorno a Lecco con i Corni di Canzo come ultima barriera naturale a dividerli da Lecco, l’arrivo!

La risposta dei cittadini e? stata importantissima e sorprendente. Tutti abituati a gare di singoli giorni, veder transitare una gara di questo genere e? stato anomalo e grandioso allo stesso tempo. Una dimensione diversa dal conosciuto, in cui gli atleti partono per l’avventura, piu? che per la prestazione, e i sentieri del Lario sono un’arena perfetta di questo gioco di fatica e sacrificio in mezzo alla natura selvaggia delle montagne che circondano il lago di Como. Amministrazioni locali, rifugi e esercizi commerciali che hanno assunto il gravoso compito di ospitare basi vita e ristori sono rimasti affascinati da questo Endurance Trail. Vedere transitare giorno e notte atleti irriducibili, soffermarsi a parlare con loro, aiutarli e interagire sono esperienze uniche, che ha fatto immedesimare volontari negli atleti, e gli atleti nei volontari stessi, ben consapevoli che questi volontari stanno anch’essi giorno e notte insieme a loro, assistendoli e incitandoli.

Lo stesso stupore e fascino l hanno sortito anche gli sponsor. Marco Canzi, presidente di Acsm-Agam traccia un bilancio che porta con se? speranze per il futuro del territorio e del percorso stesso: “La prima edizione di Utlac 250 si e? rivelata all’altezza delle attese degli organizzatori. Per la nostra societa? e? stata l’occasione di condividere un progetto ambizioso di valorizzazione delle risorse paesaggistiche e ambientali del nostro lago e delle nostre montagne all’insegna dello sport. Lo sviluppo turistico di questo territorio puo? trovare in iniziative come Utlac ulteriori opportunita? di crescita”.

Dello stesso avviso, sempre attento allo sviluppo di quello che il territorio lariano offre e? anche il presidente di Acel Energie Giuseppe Borgonovo: “Utilizzando un gergo cinematografico potremmo dire: “Utlac250. Buona la prima!” La nostra presenza come main partner a fianco degli organizzatori di questo evento conferma la vicinanza della nostra societa? e dei suoi brand al territorio che gravita attorno al Lago di Como e l’impegno a sostenere quelle iniziative che possono contribuire a farlo conoscere e a promuoverlo verso un pubblico sempre piu? ampio, attratto dal fascino che la natura del luogo e? in grado di suscitare”.

A concludere e? il Presidente di Autorita? di Bacino Luigi Lusardi, altro sponsor Gold di Utlac 250 assieme ad Acel Energie ed Enerxenia: “È stata una scommessa riuscita, anche se i presupposti per una buona riuscita c’erano gia? tutti. La conferma della bonta? della manifestazione si ravvisa innanzitutto nell’entusiasmo degli atleti, delle Amministrazioni Locali interessate, del pubblico che, seppur ridotto a causa della novita?, ha assolutamente apprezzato la gara ed il contesto di svolgimento. Come Autorita? di Bacino pertanto manifestiamo soddisfazione a consuntivo. Gli aspetti che a noi premevano, cioe? la centralita? del Lario e la valorizzazione del territorio circostante, in questo caso visti sotto l’ottica agonistica, sono emersi come punti qualificanti della UTLAC e si auspica che la prossima edizione possa imporsi definitivamente come una classica della serie delle UltraTrail, promuovendo il Lario anche da questo peculiare angolo di osservazione. Complimenti agli organizzatori, riusciti a combinare positivamente i molteplici e non semplici aspetti da affrontare in questa prima tornata, e complimenti agli atleti, assolutamente impressionanti dal punto di vista della performance. Vogliamo rivederli il prossimo anno!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Utlac 250, promossa la prima edizione: vincono Peter Kienzl e Marina Plavan

LeccoToday è in caricamento