rotate-mobile
Sport

Prima grande medaglia senior per Valentina Arnoldi

La scalatrice lecchese ha conquistato il terzo posto nella classifica finale di Coppa Italia Lead

Valentina Arnoldi, classe 2005, conquista il terzo posto della classifica finale di Coppa Italia Lead  ovvero arrampicata con la corda, la specialità più conosciuta delle tre di questo sport olimpico. Dopo il bronzo in Coppa italia Boulder di Beatrice Colli, peraltro in testa nella Coppa italia Speed, questo grande risultato di Valentina riporta anche la Lead al centro dell'attenzione a Lecco, dove con la corda i Ragni hanno avuto nel passato grandi agonisti come Stefano Carnati (l'ultimo a conquistare una medaglia in Coppa italia) e Stefano Alippi. 

Il sogno sono le Olimpiadi 2028

"Ci sono stati anche altri nomi lecchesi come Cominotti e Passini che erano ai vertici italiani, e Stefano Alippi era atleta da Coppa del mondo come Manuela Valsecchi - ricordano l'allenatore e lo staff di Arnoldi - É quello che vuole diventare Valentina, la quale l'anno scorso aveva già esordito in Coppa del mondo ed è animata dalla caratteristica fondamentale del campione: volersi migliorare sempre di più. Voleva vincere questa Coppa Italia, ma mancano ancora alcuni dettagli. Il sogno sono le Olimpiadi 2028".

"Da Tokyo l'arrampicata é diventata un'altra cosa, tutto è molto più complesso, paesi come Usa, Corea, Uk hanno affiancato Giappone e Francia in investimenti altissimi e come per tanti altri sport l'Italia deve affidarsi a quegli eroi che devono fare sacrifici doppi e Valentina é questo: una ragazza che prende il treno praticamente ogni giorno finita la scuola e va a Milano per allenarsi tornando esausta in serata".

"Col gruppo con cui iniziai nel 2016 abbiamo vinto tutto in Lombardia, qualcosa in Italia e perfino nel mondo con Bea. Valentina è come Bea, é feroce. Ha anche bisogno di essere supportata proprio perché siamo in italia". Atleta di Rock Experience e Kong, Valentina è anche da qualche giorno supportata con una borsa di studio dal Cai centrale.

Clicca qui per vedere il video di Yuri Palma, con le 6 grandi promesse dell'arrampicata italiana

"É partito un progetto di supporto da parte del CAI, voluto dal presidente  Antonio Montani. Prima ha voluto l'Eagle Team, che è un po' quello che volevo fare con l'Academy dei Ragni, e ora questo climbing team che è rivoluzionario perché il Cai si era totalmente allontanato dal mondo dell'arrampicata sportiva pur avendola iniziata con la leggenda Andrea Mellano. É stato prodotto un video professionale di lancio e Valentina si fa notare per dire una verità sacrosanta: senza supporto a un certo punto non si può più avanzare. Una settimana a Innsbruck per allenarsi costa anche 800 euro e ce ne vogliono minimo 5 all'anno. Ed è solo una parte delle spese annuali di un'atleta che ha bisogno di fisioterapista, massaggi, strutture anche in casa... Un'atleta come Valentina è fiore all'occhiello di un territorio e quanto e come viene aiutato é indice di come venga considerata la qualità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima grande medaglia senior per Valentina Arnoldi

LeccoToday è in caricamento