rotate-mobile
Sport Valmadrera

Presentato l'album della Polisportiva Valmadrera: "Verso il 50° senza dimenticare la propria storia"

Raccolte le foto di tutti gli atleti. "Uno strumento che permette gratuitamente ai ragazzi di avere un prezioso ricordo". Intanto si avvicina un importante compleanno

Presentato l'album della Polisportiva Valmadrera con le foto e le immagini di tutti gli atleti e di tutte le squadre. "È uno strumento che permette gratuitamente a tutti i ragazzi di avere un prezioso ricordo - ha dichiarato il presidente Alberto De Pellegrin - In quest'occasione voglio rivolgere un ringraziamento particolare a tutti gli sponsor, ad Andrea Binda che con un lavoro enorme ha curato tutte le foto e ad Antonio Monti che ha coordinato il lavoro per la pubblicazione".

Presenti anche il sindaco Rusconi e l’assessore allo Sport e Politiche Giovanili Marcello Butti, i quali hanno sottolineato il valore fondamentale dell'attività svolta dalla Polisportiva e il coinvolgimento di tante famiglie di Valmadrera. L’album con le figurine della Polisportiva si può ritirare presso la segreteria dell'associazione stessa oppure dai dirigenti delle squadre. Per il sodalizio oggi guidato da Alberto De Pellegrin si avvicina tra l'altro un importante compleanno, quello dei 50 anni, un compleanno che gli sportivi valmadreresi vogliono vivere guardando al futuro senza dimenticare la propria storia.

Valma 2-2-10

Il presidente Alberto De Pellegrin.

Un mezzo secolo ripercorso anche dal sindaco nel suo intervento."Si è cominciata la 48ª stagione e ormai intravediamo il 50° da quel giugno 1974 che diede inizio alla storia della Polisportiva Valmadrera e i numeri delle squadre giovanili, in ogni settore, forse per il desiderio di tornare alla normalità, hanno avuto uno sviluppo e un aumento numerico straordinario - ha commentato Antonio Rusconi - In questa piccola, grande storia, ho avuto il privilegio di essere coinvolto a vario titolo e sento il dovere di un grazie particolare per quanto persone, volti, gesti, idee, hanno donato alla mia vita e al mio impegno politico, sociale, associativo. Molto è cambiato lungo gli anni: dalle splendide foto in bianco e nero di Gianni Anghileri, al campo in terra e sabbia ora trasformato nel bellissimo nuovo campo in sintetico, ai palloni e ai sistemi di allenamento: non però gli ideali, le ragioni per cui la Polisportiva è nata in oratorio e ci è rimasta".

Spazio quindi a un appello per il futuro: "Ai giovani che oggi si affacciano con responsabilità come dirigenti, allenatori, il compito di custodire, conservare con cura, come un bene prezioso la fedeltà ai valori iniziali che ci hanno ispirato, la gratuità con cui giocano gli atleti delle prime squadre, la valmadreresità (oltre l’80%) della gran parte degli atleti, soprattutto nel settore giovanile, non come esclusione ma come primaria attenzione ai ragazzi e ragazze della nostra comunità. E i Comuni, anche il Comune di Valmadrera, devono avere una particolare attenzione allo sport di base, allo sport per tutti, anche per chi magari non eccelle ma ha bisogno di attività fisica e socializzazione. Orgoglioso di accompagnarvi - ha concluso il sindaco - in questo vostro impegno, accanto al vostro presidente Alberto De Pellegrin, ai dirigenti, agli sponsor, agli allenatori, con la stima che meritate".

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato l'album della Polisportiva Valmadrera: "Verso il 50° senza dimenticare la propria storia"

LeccoToday è in caricamento