Sport

"Feel Free": Balatti apre una nuova via sul Grignone e la dedica a Rota Nodari

L'alpinista mandellese ha scalato la Parete Ovest in modo inedito. La dedica al bergamasco recentemente scomparso

La via "Feel Free" aperta da Balatti sul Grignone (foto da Facebook)

Porta la firma dell'alpinista mandellese Benigno Balatti la nuova via "Feel Free", aperta lunedì sulla Parete Ovest della Grigna Settentrionale, meglio conosciuta come Grignone. Il 53enne, accompagnato dalla moglie Giovanna, ha scalato in maniera inedita la montagna.

Dedicata a Francesco "Franz" Rota Nodari, scomparso di recente a Ono San Pietro, la via "Feel Free" si sviluppa su un dislivello complessivo di 450 metri, con un grado di complessivo "D", mentre le pendenze toccano anche i settanta gradi.

Come riportato dal sito angeloelli.it, Balatti, in gioventù, ha aperto una variante della via Bumiller sul Pizzi Palù, mentre, nel 1974, è arrivata una proibitiva via nuova sul Sasso Cavallo, e, negli anni successivi, su quella stessa parete e sulle vicine del Sasso di Sengg e del Sasso dei Carbonari, Benigno Balatti ha lasciato più volte la sua firma, aprendo itinerari da cui tutti o quasi si tengono abbondantemente alla larga.

Monte Bianco, Dolomiti, Bolivia e Patagonia (con una notevole via nuova nel 1990, sul Cerro Don Bosco). Benigno Balatti ha giocato bene anche fuori casa, su roccia e su ghiaccio, passando dai cunei di legno ai friend, dai “rigidoni” alle scarpette, dalla piccozza col manico di legno chiesta in prestito a Pierlorenzo Acquistapace detto Canèla tra gli autori della prima italiana sulla Nord dell’Eiger – ai moderni attrezzi ad alto tasso tecnologico. E il Monte Disgrazia ha visto tutto. Prima un ragazzino di quindici anni impegnato sulle tracce di Edward Shirley Kennedy e Leslie Stephen con la forte guida Melchior Anderegg: i primi nel 1862 a salire questa montagna. Poi Benigno Balatti ritorna a ventiquattro anni lungo la via Schenatti sulla Parete Nord e infine l’esploratore sistematico che ha realizzato venti vie su ghiaccio e misto sul Monte Disgrazia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Feel Free": Balatti apre una nuova via sul Grignone e la dedica a Rota Nodari

LeccoToday è in caricamento