Vandalismo, vandalismo

  • Vandalizzato a Colico treno appena rinnovato per 200mila euro

  • Vandali distruggono i cestini dei rifiuti, il sindaco: «Colpa delle famiglie»

  • Cartelli imbrattati sui monti sopra Valmadrera, il sindaco: «Sono degli imbecilli. Ho denunciato e puliremo»

  • La protesta dei no mask prosegue: «Tamponati il c...», imbrattati altri cartelli sui monti

  • "Al rogo i vaccinati": i cartelli sul Cornizzolo diventano la scena per la protesta dei no mask

  • Mandello: vandalizzata statua della Madonna, la Lega: «Atto di profondo malessere»

  • Svastica sulla targa alla sede dell'Anpi, «l'indifferente è complice»

  • Svastica sulla targa dell'Anpi, «episodio mirato. Non lasciateci soli»

  • Giovane vandalo danneggia defibrillatore ad Abbadia Lariana

  • Vandali in azione a Mandello: gettati nel Meria i libri del book crossing

  • Abbadia: imbratta muro lungo la ferrovia, denunciato 26enne

  • Bellano, esibiscono lo scempio su Instagram: individuati i vandali

  • Vandali imbrattano monumento per il 25 Aprile. Subito ripulito dai volontari

  • Ladri scatenati ai Piani Resinelli: in meno di un mese spariti tredici tombini

  • Vandalismo al Rifugio Rosalba: pannelli solari presi a sassate

  • Denunciato il vandalo della ciclopedonale. Valsecchi: «Le istituzioni si costituiscano parte civile»

  • Vandali sulla ciclopedonale: danneggiatori individuati grazie alle telecamere dell'Orsa Maggiore

  • Ciclopedonale, già danneggiata l'illuminazione. Valsecchi: «Chiederemo l'intensificazione dei controlli»

  • Vandalismo a Calolzio: danneggiato il maxischermo in Piazza Veneto

  • Atto vandalico a Porta Garibaldi, il treno per Lecco non parte

  • Pescate-Garlate: al via i controlli notturni di De Capitani contro gli atti vandalici

  • Santo Stefano, tornano i vandali: divelto un cestino e lanciata una bici nella zona dei cani

  • Vandali sulla ciclopedonale. Il sindaco: «Tolgo la residenza a loro e ai genitori»

  • Viale Turati: danneggiate le luci del cimitero monumentale

  • Altra vergogna sui monti lecchesi: divelte le Croci del Magnodeno