rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022

Box della droga in Viale Turati, sgominata gang dello spaccio. Sequestrate anche tre pistole

Importante operazione della Polizia che ha portato al recupero di ben 503 grammi di cocaina, oltre 3,5 chili di hashish e altrettanti di marijuana per un valore di circa 130.000 euro. 10 denunce

Tre pistole sequestrate e con esse oltre 503 grammi di cocaina, 3.689 di hashish e 3.627 grammi di marijuana per un valore di circa 130.000 Euro. In totale 10 denunciati con 3 arresti in flagranza di reato e 5 ordinanze cautelari. Questo il risultato dell'operazione portata avanti dalla Polizia di Stato di Lecco che ha permesso di sgominare una gang di spacciatori che aveva allestito il proprio quartier generale in un box di viale Turati, muovendosi poi tra le zone centrali della città.

Fin dai primi accertamenti, gli agenti della sezione antidroga della Squadra Mobile sotto la direzione della Procura della Repubblica di Lecco hanno potuto verificare che quest'attività criminale non fosse occasionale e saltuaria, ma strutturata e ben organizzata. Come illustrato oggi in una conferenza stampa organizzata in Questura alla presenza del Questore Ottavio Aragona e del Commissario Capo della Squadra Mobile Gianluca Gentiluomo, dopo diverse attività di monitoraggio e pedinamento, gli agenti di Polizia sono riusciti ad individuare il luogo utilizzato dal sodalizio criminale per depositare e, successivamente, stoccare la droga.

Questura-2

Nello specifico si trattava di un garage insistente in una delle vie limitrofe di viale Turati, arteria cittadina già notte per episodi di spaccio e risse. A quel punto, attraverso un costante monitoraggio dei luoghi e dei soggetti coinvolti, nel giro di poco tempo gli agenti sono riusciti a ricostruire come e con quali modalità avveniva l’attività di spaccio.

Il deposito degli stupefacenti nel box, poi la suddivisione in dosi per la "vendita al dettaglio" in città

In particolare, gli indagati, depositavano all’interno del box, con cadenza quasi settimanale, grandi quantità di stupefacenti che provvedevano, in un secondo momento, a suddividere in dosi da vendere al dettaglio nel centro cittadino. Questo modus operandi permetteva al gruppo criminale di ottenere un duplice vantaggio nel caso in cui avessero subìto un controllo da parte delle forze dell’ordine durante l’attività di spaccio.

Armi-2

Infatti, sotto il primo profilo, è stato accertato che tutte le consegne di droga, avvenendo in posti molto vicini al luogo in cui era depositata la sostanza, consentivano ai sodali di rifornirsi di volta in volta presso il garage incriminato in base alle richieste dei clienti; così facendo, anche se controllati dalla Polizia, sarebbero stati trovati in possesso unicamente della droga da rivendere (spesso di quantità esigua). Sotto il secondo aspetto, non essendo il box direttamente ricollegabile al sodalizio, anche a seguito di un’eventuale perquisizione domiciliare presso le loro residenze, non si sarebbe trovato alcunché.

Due degli indagati, parteggiando per il rapper Simba la Rue, avevano preso parte a spedizioni punitive contro la gang rivale di Baby Touché

Durante l’attività investigativa, è anche emersa una stretta vicinanza degli indagati con il mondo dei rapper e delle gang giovanili, con specifico riferimento alla nota faida tra il rapper Simba la Rue e il rapper Baby Touché. In particolare, le indagini della Polizia hanno chiarito il ruolo di due soggetti che, parteggiando per Simba la Rue, hanno preso parte nel territorio Milanese a vere e proprie spedizioni punitive nei confronti di soggetti vicini alla gang rivale di Baby Touché. È stato inoltre accertato come i due indagati svolgessero anche un servizio di security durante i concerti e le esibizioni di Simba la Rue spesso portando con loro delle armi illegittimamente detenute.

L’intera attività investigativa è stata fatta oggetto di approfonditi e ingenti riscontri che hanno portato, come già accennato, al sequestro di: 1 pistola completa di caricatore con 5 cartucce GFL cal. 7.65 mm; 1 pistola Beretta completa con 2 cartucce GFL cal. 7.65 mm; 1 pistola marca Walther con matricola abrasa. E poi ancora la droga: 503,00 grammi di cocaina; 3.689 grammi di hashish; 3.627 grammi di marijuana. Complessivamente sono state contestate oltre 2.300 cessioni di coca, oltre 1.300 di hashish e un centinaio di marijuana. Le accuse parlano quindi di spaccio di sostanze stupefacente e possesso illegittimo di armi da fuoco. All’esito dell’indagine, la Procura della Repubblica di Lecco ha richiesto al Gip presso il Tribunale di Lecco l’emissione di 5 misure cautelari: una custodia cautelare in carcere; 3 arresti domiciliari ed un divieto di dimora dalla provincia di Lecco.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Box della droga in Viale Turati, sgominata gang dello spaccio. Sequestrate anche tre pistole

LeccoToday è in caricamento