Calolzio, casi covid raddoppiati in due settimane. «Sono 116, meno gravi di prima. Ma serve la massima attenzione»

Il sindaco Ghezzi fa il punto della situazione anche sui vaccini antinfluenzali: «Presto verrà attivata la postazione in zona interscambio, ma ora non affollatevi e attendete le indicazioni di medici e Comune»

 

Nuovo intervento del sindaco di Calolzio Marco Ghezzi per fare il punto sulla situazione covid in città. Nel video che qui vi proponiamo, il primo cittadino ha parlato anche dei controlli da parte della Polizia locale e dell'annunciata, imminente, apertura della postazione in zona interscambio per i vaccini antinfluenzali. Alcune dichiarazioni di Ghezzi riguardano anche le camminate e i limiti annessi, e più in generale la necessità di insistere con il rispetto delle regole, evitando assembramenti fuori dai bar per l'asporto. Ecco alcuni dei passaggi più significativi contentui nel video diffuso nel pomeriggio di oggi, sabato 14 novembre.

«Troppi assembramenti fuori dai bar per l'asporto. Anche le passeggiate vanno fatte con i dovuti limiti»

«Rispetto a 15 giorni fa i casi di Coronavirus in città sono purtroppo aumentati in modo significativo e sono quasi raddoppiati, oggi siamo a 116 positivi - ha reso noto il sindaco di Calolzio - La gran parte sono però persone senza sintomi o con sintomi lievi, già a casa per guarire. Si tratta di persone di tutte le età, con meno anziani sopra i 70 anni. In questi giorni siamo quindi di fronte a un contagio molto più diffuso, ma per certi aspetti "meno pericoloso". Ma la situazione comporta  comunque con lavoro straordinario per gli ospedali. È quindi nececessario che tutti i cittadini rispettino le regole determinate dai Dpcm. Mi raccomando le mascherine, mi raccomando niente assembramenti anche fuori dai bar, anche quelli per l'asporto dove vedo certi assembramenti che non vanno bene. Bisogna inoltre evitare di fare lunghe passeggiate. Si può passeggiare nei dintorni di casa, ma senza allontanarsi di chilometri altrimenti si rischia di essere multati, e le sanzioni sono salate. Prestate grande attenzione anche a casa dove in tanti si stanno curando. Sul sito internet del  comune di Calolzio trovate tutte le indicazioni. In generale ci sono segnali di miglioramento, rispettiamo le regole e attendiamo evoluzioni».

Coronavirus, a Olginate e Valgreghentino più casi in questa "seconda ondata" che nei primi mesi dell'emergenza

Spazio quindi all'attesa campagna di vaccinazione antinfluenzale, rispetto alla quale il Comune ha messo a disposizione una struttura in accordo con l'Ats Brianza, ente al quale tocca ora il compito di programmare le vaccinazioni in accordo con i medici di base. «La questione vaccini antinfulenzali, come sapete il comune ha messo a disposizione una struttura - ha aggiunto il sindaco di Calolzio -  Dovrebbero partire la prossima settimana, ma prima di recarvi nella struttura allestita in zona interscambio, per favore aspettate che i medici che hanno aderito a questa iniziativa vi chiamino. Prendete appuntamento, anche per evitare assembramenti davanti all'edificio, l'ex mensa della Sali di bario sotto la stazione. Mi raccomando non andateci adesso. Quando avremo le certezze sugli orari, sui medici che aderiscono e sull'arrivo dei vaccini vi informeremo tramite il sito del comune e gli organi di informazione».

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento