rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024

La Costituzione a 150 studenti di 12 comuni: la consegna con l'Inno di Mameli

Emozionante e partecipata cerimonia a Calolzio alla presenza dei neo diciottenni dell'istituto Rota, insieme a docenti e autorità: "Cari ragazzi, non dimenticate mai il valore di diritti e doveri"

La Costituzione della Repubblica Italiana in dono a quasi 150 studenti neo diciottenni dell'istituto Rota di Calolziocorte. Partecipata ed emozionante cerimonia questa mattina nella palestra del Lavello dove gli alunni si sono riuniti insieme a numerose autorità del territorio, a partire da sindaci e rappresentati dei 12 Comuni nei quali risiedono, forze dell'ordine e volontari. Con loro anche diversi docenti della scuola superiore, a partire da quelli che hanno parlato ai ragazzi delle norme contenute nella Carta Fondamentale dello Stato Italiano. Ad aprire l'evento l'Inno di Mameli, suonato e cantato con i ragazzi in piedi e la bandiera tricolore alzata, prima del Va' Pensiero.

Scuola tavolo-2

A guidare la cerimonia il vice preside Daniele Oliverio che, dopo aver portato i saluti del dirigente Maurizio Canfora, ha aperto gli interventi citando Piero Calamandrei, uno dei Padri Costituenti: "Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra costituzione".

Scuola costituzione alunni-2

Spazio quindi agli interventi delle autorità. "Non solo il legislatore deve svolgere il proprio compito, ma ogni persona deve fare la propria parte per il bene pubblico in termini di diritti e doveri - ha sottolineato Annabella Brumana, presidente del Consiglio d’istituto, rivolgendosi alla platea di giovani - Consegnarvi la Costituzione è un po' come portarvi a battesimo, un battesimo civile rispetto al quale noi siamo un po' madrini e madrine. Oggi vi chiediamo questo, di capire che adesso siete diventati cittadini adulti, direttamente responsabili e liberi di esercitare i vostri diritti. Nel farlo pensate a uniformare la vostra vita alla cultura della legalità. A scuola ne parlate, sapete cos'è. Ma soprattutto vi prego, non considerate mai la nostra Costituzione una lettera morta, perchè ci sprona, ci dà delle indicazioni, ci dice impegnatevi... nel volontariato, nella politica, come fanno i nostri sindaci. Non lasciate nulla di intentato per progredire, per migliorare, e per farlo nell'ottica del bene comune".

Scuola CC-2

Il Tenente Colonnello Carmelo Albanese, comandante della Compagnia Carabinieri di Lecco, ha quindi sottolineato l'importanza di momenti come quello vissuto oggi, mercoledì 1 giugno, dagli studenti del Rota: "L'Inno nazionale, che abbiamo ascoltato, e la Costituzione che ora riceverete sono due capisaldi della recente storia italiana. Qual è il senso di questa giornata? Da militare, di questi momenti che possiamo definire solenni ne ho vissuti diversi, a partire dal giuramento cosiddetto collettivo: ‘Giuro di essere fedele alla Repubblica Italiana, di osservarne la Costituzione e le Leggi, e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio Stato per la salvaguardia della Patria e delle sue libere istituzioni'. Si tratta di un giuramento che fanno tutti coloro che assumono un incarico pubblico e al quale idealmente è bene unirci tutti insieme".

Scuola consegna costituzione-2

Temi ripresi anche dal vicesindaco di Calolziocorte Aldo Valsecchi: "Ringrazio tutti coloro che hanno organizzato questo importante ed emozionante momento e tutte le autorità presenti. Il 2 Giugno si festeggia l'anniversario della nostra Repubblica. Si tratta di una giornata che porta in sè un immenso significato, dato dalla valorizzazione della democrazia, della libertà, della pace, della solidarietà. Uno dei momenti più belli di questa ricorrenza è la consegna della Costituzione a voi che con il compimento dei 18 anni entrate nella piena assunzione di responsabilità verso voi stessi e verso gli altri. L'auspicio è che le vostre azioni siano sempre rivolte al bene comune, a bandire l'indifferenza e a considerare che siamo tutti parte di un unico gruppo umano che si fonda su diritti e doveri".

Prof Oliviero-2

Spazio quindi alla consegna della Costituzione agli studenti da poco diventati adulti, e chiamati uno ad uno con l'intervento di sindaci e rappresentati dei Comuni di Calolzio, Lecco, Carenno, Erve, Olginate, Airuno, Valgreghentino, Monte Marenzo, Torre De' Busi, Cisano Bergamasco, Calco e Olgiate Molgora. Per il Rota e il territorio quella di oggi è stata una lezione di alto valore civico che ha saputo coinvolgere tutti i presenti.

Video popolari

La Costituzione a 150 studenti di 12 comuni: la consegna con l'Inno di Mameli

LeccoToday è in caricamento