rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022

La voce di Luca Fazzini per raccontare lo Scudetto del Milan: “Che adrenalina!”

Il giornalista lecchese è volto di Milan Tv: le sue interviste hanno accompagnato la lunga diretta della festa rossonera. Si è raccontato negli studi di LeccoToday

Scudetto con un pizzico di lecchese per il Milan 2021/2022. Non tanto in campo, anche se il difensore Matteo Gabbia ha militato nel settore giovanile della Calcio Lecco 1912 tra il 2010 e il 2012, quanto dal punto di vista mediatico. Tra i tanti volti di Milan Tv, canale televisivo tematico della società rossonera, c'è anche quello di Luca Fazzini, giornalista residente in città che giusto un anno imboccava la strada per via Aldo Rossi, sede della Media House rossonera. Classe 1998, è stato protagonista soprattutto durante la lunghissima diretta di lunedì 23 maggio: quattro ore e mezza passate ad accompagnare il viaggio del pullman scoperto lungo le vie del capoluogo milanese, inframmezzato dagli interventi da studio e dalla gremita piazza Duomo.

“La Questura ha stimato un milione di persone lungo il tragitto da Casa Milan a piazza Duomo, l'adrenalina è stata molta”, ha raccontato Luca in un'intervista registrata all'interno della redazione di LeccoToday. “Ho visto dalle tue foto che anche qui c'è stata una grande festa - ha analizzato -. Il nostro anno è stato bello, intenso, fatto di tanti momenti e persone culminati nel trionfo. Lunedì noi siamo partiti insieme al pullman e abbiamo impiegato 40 minuti per percorrere la prima via, poi siamo arrivati in piazza ed era già abbastanza piena. Lì è partita la diretta: personalmente mi sono trovato nel mezzo della festa organizzata dalla società con i tifosi vip, tra cui l'ex presidente Silvio Berlusconi; infine, ecco l'abbraccio di questi tifosi speciali alla squadra, tanto stremata quanto contenta”.

Come si vive una cavalcata del genere dall'interno? “Nel corso dei primi mesi è stato tutto nuovo, via via abbiamo fatto la bocca buona alla possibilità di vincere, pur mantenendo un livello di scaramanzia allucinante. Tra febbraio e marzo abbiamo iniziato a programmare i contenuti da realizzare, non sapendo se alla fine sarebbe stato tutto da cestinare: la tensione è stata molta, idem quell'ansia bella dettata dall'essere davanti di pochi punti. Il merito, ovviamente, è solo della squadra, ma quello che abbiamo prodotto finora s'è visto e si vedrà nei pochi mesi. L'incontro e l'abbraccio con mister Pioli? Lunedì è arrivato al primo piano di Casa Milan e abbiamo organizzato un corridoio, un pasillo de honor, per applaudirlo; lui ha abbracciato uno a uno i dipendenti del reparto digital. Con me ha scherzato per una caduta della sera prima. Com'era? Felice, molto felice, è anche il primo titolo della sua carriera”.

“Calcio Lecco? I due derby un grande ricordo”

Un rapido commento anche in merito alla Calcio Lecco 1912, squadra che ha avuto modo di seguire in prima persona prima della nuova avventura lavorativa: “Lo scorso anno ho seguito molto dal vivo, in generale sono state due stagioni belle finite forse male. I due derby vinti con il Como poi (0-3 e 4-0 ndr)... Quello d'andata ci ha visto tra i pochi testimoni oculari, considerando anche i problemi di trasmissione. So che è possibile un cambio di società, ma in generale speriamo in un futuro roseo”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

La voce di Luca Fazzini per raccontare lo Scudetto del Milan: “Che adrenalina!”

LeccoToday è in caricamento