Lambrenedetto XVI bacia i tombini a livello svizzeri: «In Italia, invece, una scia di sangue»

Il popolare youtuber scatenato a Lugano: «Cosa ci vuole a realizzarli così? Da noi ridono sull'argomento e intanto abbiamo 3.500 morti all'anno sulle strade»

 

Si definisce "tombinista" e infatti bacia i tombini a livello. In uno dei suoi ultimi video virali, Lorenzo Lambrughi, in arte Lambrenedetto XVI, si è recato a Lugano, in Svizzera, per continuare una delle sue più celebri "battaglie" di sensibilizzazione.

Il popolare youtuber olginatese è impegnato da tempo a denunciare pubblicamente l'assenza di tombini a livello nel nostro territorio, con conseguente incidenza negativa sulla sicurezza stradale. Impegnato in un tour sulle strade svizzere, Lambrenedetto XVI fa notare l'assenza di "scalini" tra il manto stradale e i tombini, perfettamente livellati con la superficie.

Lambrenedetto conta le buche al Lavello: 240

«Almeno il 95% dei tombini qui sono a livello - spiega nel video - La strada è talmente pulita che puoi metterti a prendere il sole. Purtroppo molti fanno ironia su questo tema, ma l'anno scorso la mortalità sulle strade è aumentata, 3.500 vittime all'anno, dieci al giorno. Ho fatto vedere come fare i tombini a livello, eppure non li troviamo spesso in Italia. Se i politici non sanno quali macchinari utilizzare, mi chiamino pure. C'è poco da ridere, abbiamo madri che piangono i propri figli a causa di tombini non a livello e dei problemi delle nostre strade».

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento