Un arcobaleno di diritti colora Lecco con il Pride

Oltre 2.000 persone oggi al corteo organizzato dall'associazione Renzo e Lucio Lgbt+ con il patrocinio del Comune. "In piazza affinché le cose possano migliorare sia a livello nazionale che locale"

Un arcobaleno di diritti e libertà ha colorato oggi la città di Lecco. Alle 15.30 è partito infatti dall'ingresso dal Politecnico il corteo del Pride 2024, promosso dall'associazione Renzo e Lucio Lgbt+ con il patrocinio del Comune. Oltre 2mila le persone che hanno partecipato alla manifestazione approdata poi nella centralissima piazza Garibaldi per gli interventi e i saluti finali. "Piccoli movimenti, grandi cambiamenti", "È l'amore che crea una famiglia", "Pari diritti per tutti" sono alcuni dei messaggi lanciati dai partecipanti che hanno chiesto un impegno collettivo contro ogni forma di discriminazione, a partire da quelle contro le persone omosessuali.

Mauro Pirovano: "In piazza per difendere diritti conquistati nel tempo e oggi meno sicuri"

"È sempre necessario proporre iniziative come il Pride perchè purtroppo i diritti di tutti non sempre vengono considerati e riconosciuti - ha detto Mauro Pirovano, presidente di Renzo e Lucio Lgbt - Anzi, diverse volte i diritti conquistati negli anni oggi risultano purtroppo minacciati. Per questo scendiamo in piazza, vogliamo rimarcare la necessità di difendere i diritti di ogni individuo, anche rispetto a un Governo nazionale che purtroppo sta limitando i diritti delle persone della nostra comunità. Non è solo un problema culturale, sta diventando anche una questione normativa, pensiamo al tema delle famiglie arcobaleno e a quello dei farmaci che servono alle persone transessuali".

Il motto 2024: "Piccoli movimenti, grandi cambiamenti"

"In merito al rispetto e alla sensibilità verso i diritti Lgbt, la realtà lecchese si presenta a macchia di leopardo - aggiunge Pirovano - Ci sono dei luoghi dove si vive tranquillamente e altri, come in alcuni comuni più piccoli, dove la situazione è più difficile. E quindi è necessario continuare a parlare di queste tematiche e sensibilizzare l'opinione pubblica, anche con il Pride. Oggi qui a Lecco chiediamo, con il motto 2024 piccoli movimenti grandi cambiamanti un impegno in tal senso anche alle amministrazioni locali, affinchè vengano compiuti piccoli passi affinchè le cose possano migliorare a partire dai territori".

Il sindaco Gattinoni: "Un importante percorso a difesa dei diritti iniziato 30 anni fa"

Tra le autorità presenti anche il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e il consigliere regionale lecchese del Pd, Gian Mario Fragomeli. "È vero che oggi parlo io perchè siamo a Lecco e questo è il comune capoluogo - ha detto dal palco Gattinoni - ma è vero anche che l'attenzione ai diritti dei cittadini c'è in tutti i comuni, almeno in tutti i 20 comuni che hanno patrocinato il Pride quest'anno. Sono andato a rileggermi la storia del Pride e vedendo questa piazza oggi mi sento di dire: 30 anni di vittorie. Perchè se voi non aveste iniziato tempo fa un percorso, non avremmo oggi vissuto questa tappa così importante anche nella nostra città. Oggi in questa piazza c'è una comunità intera - ha concluso il sindaco di Lecco - ci sono persone, individui, famiglie, associazioni e istituzioni insieme con un obiettivo comune: difendere i diritti di ogni persona".

Il saluto del sindaco Mauro Gattinoni.

Lecco Pride 2024. (4)

Lecco Pride 2024. (5)

Lecco Pride 2024. (6)

Lecco Pride 2024. (7)

Lecco Pride 2024. (8)

Lecco Pride 2024. (9)

Lecco Pride 2024. (10)

Lecco Pride 2024. (12)

Lecco Pride 2024. (13)

Lecco Pride 2024. (10)

Lecco Pride 2024. (14)

Lecco Pride 2024. (16)

Lecco Pride 2024. (17)

Lecco Pride 2024. (18)

Lecco Pride 2024. (19)

Lecco Pride 2024. (20)

Lecco Pride 2024. (21)

Lecco Pride 2024. (22)

Lecco Pride 2024 partenza corteo. (15)Lecco Pride 2024. (23)

L'arrivo in piazza Garibaldi.

Video popolari

LeccoToday è in caricamento