rotate-mobile

Ddl Zan affossato, Maniaci (Renzo e Lucio): “Non era una legge liberticida. Ci sentiamo traditi“

Il presidente dell'associazione Lgbt+ in piazza per protestare contro il voto del Parlamento

C'è l'associazione Lgbt+ 'Renzo e Lucio' alla testa della protesta contro l'affossamento del Ddl Zan tenutasi a Lecco nel pomeriggio di sabato 30 ottobre. Un'ora di discorsi dell'improvvisato palco di piazza Cermenati, chiusi dal flash mob organizzato dalla medesima associazione cittadina, che durante l'estate 2021 è riuscita a organizzare il primo Pride della storia locale. A capo della stessa c'è la giovane Dalila Maniaci, che prima dell'inizio della manifestazione e del suo discorso di apertura ha spiegato le ragioni della protesta.

Lecco in piazza contro l'affossamento del Ddl Zan ©BONACINA/LECCOTODAY

“Ci sentiamo traditi”

“Siamo dispiaciuti e soprattutto arrabbiati - spiega Maniaci -: non ci aspettavamo la reazione che abbiamo visto, tuttavia penso che tutti siamo dell'idea che la legge non debba essere mediata su punti come l'identità di genere per non farla diventare essa stessa discriminatoria. Guardiamo anche alle scuole e alla possibilità di svongere attiivtà di sensibilizzazione ogni 17 maggio, che diventerebbe la Giornata dell'Omobitransfobia. A mio parere è fondamentale che, a fianco delle punizioni, si metta un aspetto culturale per far conoscere le minoranze e togliere la sensazione di paura verso ciò che non si conosce”.

Maniaci rifugge l'etichetta di 'legge liberticida': “Lascia il tempo che trova, non sarebbe approvabile un disegno di legge del genere ed è espressamente riportato in un articolo. Se ci siamo sentiti traditi dalle istituzioni? Si, soprattutto per le modalità con cui è stata gestita la cosa; non ce lo aspettavamo”. Il percorso si ferma qui? “Adesso siamo qui a manifestare e io sono dell'idea che non si perda la speranza, anche se da sola non basta bisogna guardare alle tante lotte della comunità Lgbt e a quelle delle donne, molto faticose ma che non si sposano con un atteggiamento di resa. Bisogna avere voglia di votare e non arrendersi per avere sempre voce in capitolo”.

Ddl Zan affossato, la protesta anche a Lecco: “Non era una legge per pochi”

Sullo stesso argomento

Video popolari

Ddl Zan affossato, Maniaci (Renzo e Lucio): “Non era una legge liberticida. Ci sentiamo traditi“

LeccoToday è in caricamento